Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Mostra il seno e bevi gratis". Milano, goliardata del bar: scatta il linciaggio, anche politico

Esplora:

  • a
  • a
  • a

"Se mostri il seno hai il drink gratis". Questa la proposta goliardica di un locale milanese, The Social Chupiteria in viale Bligny. Ma l'iniziativa ha ricevuto subito un'enorme pioggia di critiche e c'è chi ha bollato la trovata come sessista. Il cartello della discordia, esposto sul bancone, proponeva bevute gratis in base alla taglia di reggiseno: un solo chupito per chi ha la prima, due per chi ha la seconda e così via fino alla quinta. In quest'ultimo caso veniva promesso anche "l'applauso di tutti".

 

 

 

 

Il listino prevedeva, poi, degli extra come "lanciare il reggiseno dietro il banco" per ottenere quattro chupiti o "portare a casa il barista" per avere un mese di drink gratis. Infine un pensiero per chi non voleva stare al gioco: "Se fai la menosa, ricorda che le altre ce l'hanno come te e vai a fan****". A postare la foto del cartello su Facebook è stato un membro dello staff del sindaco Beppe Sala, Luca Gibillini, ex consigliere comunale del centrosinistra, che ha commentato: "Ok, Houston, abbiamo un problema".

"Chi ci conosce non l'ha mai preso sul serio, si facevano una risata anche le ragazze", ha spiegato il titolare della Chupiteria, Emanuele Castoro. Tra l'altro il cartello riportava alla fine anche la frase di Charlie Chaplin: "Un giorno senza sorriso è un giorno perso". E all'inizio il cartello recitava: "Noi non siamo un locale normale e quindi proponiamo giochi per le nostre bellissime e simpaticissime clienti". "Quel cartello era solo una goliardata e non è mai stato messo in pratica quello che c'è scritto", ha continuato Castoro, che intanto è stato costretto a chiudere la pagina Facebook a causa dei tanti commenti indignati che sono arrivati.

Dai blog