Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, bollettino 23 novembre: 22mila contagi ma i morti salgono ancora. Il drammatico rapporto tra terapie intensive e decessi

  • a
  • a
  • a

Il bollettino di lunedì 23 dicembre rilasciato dal ministero della Salute dà conto di 22.930 contagi su 148.945 tamponi, con tasso di positività al 15,4% (+0,4 rispetto a ieri, quando erano stati registrati 28.337 nuovi casi con 40mila test analizzati in più). Torna a salire il numero dei morti: oggi sono 630 contro i 562 di 24 ore fa, segno che la situazione è ancora pesante a livello ospedaliero. In questo senso i dati non sono di facile lettura perché le sole 9 terapie intensive occupate in più rispetto a ieri possono trarre in inganno: rimarranno fortemente condizionate dalla mortalità, fin quando i decessi giornalieri saranno così tanti. Inoltre nelle ultime 24 ore ci sono stati 418 nuovi ricoveri in reparti Covid: attualmente i posti totali occupati sono 34.697 più altri 3.810 in terapia intensiva. Per quanto riguarda le regioni, la Lombardia detiene sempre il primato di contagi (5.289), ma in quadrupla cifra ci sono anche Veneto (2.540), Emilia Romagna (3.247), Lazio (3.241), Campania (2.158), Piemonte (1.730), Toscana (1.323) e Sicilia (1.249). 

Dai blog