Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Periscopio, gli eventi vip della settimana

Esplora:

Ivan Rota
  • a
  • a
  • a

La settimana del mobile Una settimana dominata dal Salone del Mobile, una settimana che ha visto però molti altri eventi.Giunge brillantemente alla sua XVIII Edizione, il“ Premio Internazionale Bronzi di Riace ”, organizzatodall'Associazione Turistica Pro Loco Città di Reggio Calabria, Presieduta da Giuseppe Tripodi, Patron del Premio e dal Presidente onorario Giuseppe Viceconte e il figlio paolo, Madrina del Premio Daniela Javarone che si é svolto il Mercoledì 10 Aprile 2019 ore 17,30 presso la splendida cornice della Sala “Pirelli “ nella sede della Regione Lombardia .Una edizione, questa del 2019, che si annuncia ricca di novità e di significato, innanzitutto perché vengono premiati gli sforzi dell'Associazione Turistica Pro Loco Città di Reggio Calabria, che attraverso la sua politica di contributo all'idea di Reggio Calabria quale città turistica del futuro, continua senza sosta il suo percorso di promozione artistico- culturale della nostra terra.Il Premio Internazionale Bronzi di Riace, per essere stato associato alle due spendite opere bronzee di manifattura unica al mondo, oltre che apportare prestigio personale agli assegnatari, identificherà, ancor dipiù, l'operato quotidiano di donne e uomini che, come i fieri guerrieri, sono gli eroi dei nostri giorni; cioè,quelle persone che con umiltà e dignità compiono il loro lavoro spendendosi al servizio della comunità.Anche in questa edizione, non mancherà un'illustre rosa di premiati composta da personaggi dai nomi altisonanti saranno consegnati i prestigiosi riconoscimenti e insigniti quali “Fieri Guerrieri” per la significativa attività a sostegno della ricerca, innovazione e culturaPassiamo al DJ set di Victoria Cabello e Saturnino per IQOS, il prodottosmoke freeultimo ritrovato della tecnologia di Philip Morris International, ha presentato in anteprima ieri, lunedì 8 aprile 2019, il progetto IQOS World revealed by Alex Chinneck: una preview esclusiva per inaugurare la surreale installazione che l'artista britannico Alex Chinneck ha immaginato per IQOS, trasformando radicalmente lo Spazio 400, nel cuore del Tortona District.   Salone del Mobile: IQOS - Alex Chinneck IQOS, il prodotto smoke free ultimo ritrovato della tecnologia di Philip Morris International, ha presentato in anteprima ieri, lunedì 8 aprile 2019, il progetto IQOS World revealed by Alex Chinneck: una preview esclusiva per inaugurare la surreale installazione che l'artista britannico Alex Chinneck ha immaginato per IQOS, trasformando radicalmente lo Spazio 400, nel cuore del Tortona District.Alla serata, che ha visto Victoria Cabello e Saturnino in consolle per uno speciale dj set, e un menu pensato appositamente per l'occasione da Carlo Cracco, numerosi i volti noti che hanno partecipato, tra cui: Maurizio Cattelan, Mia Ceran, Stefano Seletti, Warly Tomei, Umberta Gnutti Beretta, Lady Tarin, Marisa Passera, Gianluca Gazzoli, Francesco Melzi D'Eril, Simone Guidarelli.Presso lo Spazio 400 all'interno dell'Opificio 31 – nel cuore del Tortona District –, IQOS, il prodotto smoke free ultimo ritrovato della tecnologia di Philip Morris International, ospita il progetto espositivo dell'artista britannico Alex Chinneck, che, noto per la sua visione originale e dirompente, ha dato origine a un'installazione multidimensionale, un invito a immaginare un nuovo futuro e inedite possibilità.L'abilità unica di Chinneck di unire nel suo lavoro arte, architettura e teatro si manifesta in scala monumentale: è l'architettura stessa dell'edificio – sia esterna che interna – a trasformarsi in opera d'arte, assumendo forme nuove e inattese. Le pareti e i pavimenti diventano così metafora di un processo di trasformazione, che evoca, attraverso immaginifici portali, infinite vie verso un possibile futuro.Il progetto vede protagonista l'architettura dell'intero edificio che, attraverso una serie di interventi scultorei, viene trasformata in modo spettacolare sfidando la percezione del pubblico. All'esterno, infatti, l'artista ricrea una facciata totalmente nuova il cui prospetto – che richiama l'estetica della tradizionale architettura milanese – sembra “aprirsi” in una delle sue estremità attraverso una zip che lascia intravedere l'interno dell'edificio; gli spazi interni, invece, sono radicalmente trasformati attraverso “aperture” inaspettate nel pavimento in cemento e nelle pareti in pietra. Il simbolo della zip si rivela così il tratto distintivo del progetto, l'espediente attraverso cui l'artista dà origine a una serie di fenditure surreali da cui si propaga una luce eterea e impalpabile che invade lo spazio, trasportando il visitatore in un'esperienza inedita e coinvolgente. Osvaldo Supino L'artista indipendente più premiato all'estero E' l'artista indipendente italiano più premiato e riconosciuto all'estero, tanto che è il primo personaggio maschile italiano ad essere stato intervistato da Primer Impacto: il programma televisivo più visto nell'America Centrale e Latina che ospita ogni giorno star del calibro di Jennifer Lopez e Ricky Martin. Osvaldo Supino è uno degli esempi più eclatanti di chi sceglie di fare da se e ci riesce. Dopo un'esperienza discografica tradizionale che non lo soddisfava, il cantautore pugliese è ripartito come indipendente dal web anni fa, per detenere oggi ben 3 nomination ai BT Digital Music Awards di Londra con tre album e otto singoli ad aver debuttato in top10 e quattro tour internazionali all'attivo. Unico italiano vincitore ai LAIFFA Awards di Los Angeles, 1 premio Unicef, 2 Nickelclip Awards, 1 premio MEI e collaborazioni con Charlie Mason (Produttore di Miley Cyrus), Ferras (Katy Perry) e Tempo Stokes (Jennifer Lopez). E' con queste premesse che il 28 marzo dopo due anni dall'acclamato "Resolution", ha pubblicato "Sparks" un nuovo  album, carico del pop che lo ha reso unico nel panorama musicale italiano. Un lavoro in grande stile per il quale si è affidato a grandi firme come Scott Robinson produttore di Demi Lovato e Christina Aguilera) e Molly Moore autrice per Lea Michele. Un disco composto da 10 inediti scritti e prodotti tra Milano, Miami, Berlino e Liverpool.   "Sparks come le scintille che cerchiamo costantemente in tutti i nostri aspetti della nostra vita. E' la passione, è l'amore.. e proprio questi sono i due argomenti principali di questo nuovo album" - racconta Osvaldo una grinta inarrestabile "Sono una persona molto insicura di me, mi faccio sempre mille problemi ma quando trovo delle canzoni come queste non riesco a trattenermi. Fare un disco per me non è parte di una routine, esco solo se ho qualcosa da dire, e queste 10 nuove tracce mi hanno emozionato e convinto".  Alla base del successo del cantautore c'è sicuramente un talento unico nel reinventarsi con credibilità in ogni lavoro. Ne è una prova proprio questo disco, dove nonostante le differenti influenze musicali, Supino ribadisce la sua capacità di entrare in connessione con il suo pubblico. Si passa da un pezzo dance, a un reggaeton, dalla più estrema elettronica a brani pop fino a trovare tutta la sua intimità in una ballata piano e voce in cui l'artista racconta la sua battaglia contro la depressione.  "E' un problema universale di cui pochi hanno il coraggio di parlare, ma è proprio questo timore che rende ancora più insopportabile il percorso di chi come me ne soffre. Non è facile aprirsi, ma è davvero necessario per provare almeno a sentirsi meglio. " L'album è stato anticipato dal nuovo singolo "How Do We Know" che, pubblicato solo lo scorso 28 gennaio, ha conquistato mezza Europa debuttando in terza posizione in Italia, alla 7 in Spagna, alla 8 in Svizzera e alla 10 in Germania e Austria. Un progetto che apre ancora di più le porte al percorso internazionale di Supino. Dopo il successo dei precedenti singoli"Y me faltas tu", "Amate" e "Fuego" (arrivati nelle top10 delle classifiche latine), per la prima volta nella discografia dell'artista, l'album sarà pubblicato il 17 aprile anche in versione interamente spagnola dal titolo "LUCES". Una scelta non solo importante dal punto di vista professionale per Osvaldo, che resta ad oggi l'unico artista maschile italiano intervistato dal celebre programma TV "Primer Impacto" sulla rete Univision più vista nell'America Centrale e Latina, ma sopratutto di cuore: "era un sogno che avevo da molto e realizzarlo per me è stato stupendo". Ma c'è anche un altro sogno nel cassetto "Giorgia. La adoro da sempre e sogno tanto di cantare con lei, anche se tremo solo all'idea. L'ho vista dal vivo a Milano in concerto ed ero imbarazzato dalla sua bravura. Volevo quasi dirle... scusa puoi smettere di cantare perchè ci asfalti tutti? E' un esempio unico di eleganza. So che le mie sonorità sono assolutamente differenti ma sono cresciuto con la sua musica, ascoltando e riascoltando alcuni passaggi vocali nei suoi dischi.. è un mito per me." Premio Internazionale Bronzi di Riace Giunge brillantemente alla sua XVIII Edizione, il“ Premio Internazionale Bronzi di Riace ”, organizzatodall'Associazione Turistica Pro Loco Città di Reggio Calabria, Presieduta da Giuseppe Tripodi, Patron del Premio e dal Presidente onorario Giuseppe Viceconte e il figlio paolo, Madrina del Premio Daniela Javarone che si é svolto il Mercoledì 10 Aprile 2019 ore 17,30 presso la splendida cornice della Sala “Pirelli “ nella sede della Regione Lombardia .Una edizione, questa del 2019, che si annuncia ricca di novità e di significato, innanzitutto perché vengono premiati gli sforzi dell'Associazione Turistica Pro Loco Città di Reggio Calabria, che attraverso la sua politica di contributo all'idea di Reggio Calabria quale città turistica del futuro, continua senza sosta il suo percorso di promozione artistico- culturale della nostra terra.Il Premio Internazionale Bronzi di Riace, per essere stato associato alle due spendite opere bronzee di manifattura unica al mondo, oltre che apportare prestigio personale agli assegnatari, identificherà, ancor dipiù, l'operato quotidiano di donne e uomini che, come i fieri guerrieri, sono gli eroi dei nostri giorni; cioè,quelle persone che con umiltà e dignità compiono il loro lavoro spendendosi al servizio della comunità.Anche in questa edizione, non mancherà un'illustre rosa di premiati composta da personaggi dai nomi altisonanti saranno consegnati i prestigiosi riconoscimenti e insigniti quali “Fieri Guerrieri” per la significativa attività a sostegno della ricerca, innovazione e cultura : Attilio Fontana Presidente Regionale Lombardia  Alessandro Fermi Presidente Consiglio Regionale Lombardia  Francesco Triglia Scultore  Elena D'Ambrogio Navone Scrittrice  Lucia Cagnacci Vedani Presidente Associazione CasAmica Onlus  Angela Formaggia Sartoria Altamoda  Francesco Romeo Cardiochirurgo  Mario Furlan Presidente Associazione City Angels Onlus  Bob Krieger Fotografo  Fortunato Amarelli Imprenditore  Liliana Succi Chef  Silvana Giacobini giornalista-scrittrice  Stefano Bastianello Neuroradiologo  Evelina Flachi Nutrizionista  Daniele Brunati Imprenditore  Giuseppe Bombino Ricercatore Universitario  Candida Livatino Grafologa  Sandro Neri Direttore quotidiano “Il Giorno”  Andrea Radic Giornalista Direttore di Comunicazione     Ezio Attilio Indiani General Manager Hotel Principe di Savoia, Milano e Presidente EHMA (european hotel manager association) Europa.  Raffaello Tonon Opinionista  Francisca Albamonte Consulente del Lavoro  Raffaele Vrenna Imprenditore L'evento, si svolto in numerose location della Capitale tra cui al Campidoglio Sala degli Arazzi nel 2008, l'Amministrazione Provinciale di Roma nel 2009, la Sala Paolina di Castel S.Angelo nel 2012,il Principato di Monaco nel 2013, l'Antico Circolo “Tiro a Volo” a Roma nel 2016, la Maison de l'Italie a Parigi nel 2017 e l'Auditorium della Casa madre del Mutilato ed Invalidi di Guerra a Roma nel 2018 . Il Premio Internazionale Bronzi di Riace, ogni anno, riconosce il talento ed il lavoro di personaggi dotati di spiccate competenze manageriali, imprenditoriali, artistiche, scientifiche, culturali, di ricerca e sviluppo, che danno prestigio alla nostra amata, seppur spesso bistrattata Terra distinguendosi, come fieri guerrieri, in Italia ed al'estero, per competenza e professionalità di manifattura unica al mondo, come i fieri guerrieri, sono gli eroi dei nostri giorni; di quelle persone che con umiltà e dignità compiono il loro lavoro spendendosi al servizio della comunità..nella foto Daniela Iavarone con il Presidente del Consiglio Regionale Alessassandro Fermi Love and Rock Design REDValentino presenta in esclusiva Love and Rock Design, una limited edition t-shirt creata in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Roma. Protagonisti di questo progetto grafico gli studenti, futuri artisti e sognatori che hanno interpretato con passione e grinta lo spirito eccentrico, irriverente ed audace del brand creando una grafica ad hoc. Un progetto creativo che sovverte le prospettive e che sprigiona la parte più originale ed imprevedibile dell'arte e di chi la crea. La limited edition t-shirt ideata per celebrare la Design Week di Milano 2019, é stata presentata l'11 Aprile presso lo store REDValentino di Corso Venezia, 6. Lo store è un racconto tattile e visivo che il Direttore Creativo Pierpaolo Piccioli, ha sviluppato insieme alla designer ed architetto di interni India Mahdavi. L'ambiente multiforme e poliedrico è un connubio originale di accostamenti che vede l'ottone unirsi al velluto, il terrazzo rosa ai display Rubik, Lolita e le sedute Charlotte. Un nuovo progetto nella città di Milano, un dialogo sulla passione, che fugge ogni convenzione ed imposizione. Molti gli ospiti al cocktail. Tra questi Diana Del Bufalo, nella foto. Tropical Island Tropical Island, il giardino tropicale situato alle porte del parco Indro Montanelli, nel cuore di Porta Venezia, inaugura la stagione estiva in occasione del Fuorisalone 2019.Punto di riferimento per designers, fashion and nightlife addicted, artisti, bloggers e influencers, Tropical Island si contraddistingue da sempre per raffinatezza e innovazione strutturale, cura dei menu ed eccellenza del servizio. Tutti questi elementi contribuiscono a creare un'atmosfera super piacevole, frizzante, unica nel panorama milanese, dando vita ad un nuovo concept di chiringuito.La Location ospiterà per tutta la durata del Fuorisalonele installazioni del noto brand di design Essent'ial, che vestirà per l'occasione il dehors del giardino tropicale.Essent'ial nasce nel 2006, prodotto e distribuito da A.G.C., rispetta la natura con prodotti che nascono da un'accurata ricerca dei materiali, totalmente riciclabili. Essenzialità, sostenibilità, genuinità e bellezza, i valori dell'azienda. Un brindisi di lusso Durante la Design Week 2019, Dasein vi aspetta con “Una sola qualità: il meglio”, come amava dire Charles Christofle.Un brindisi unico ed imperdibile durante il quale lo champagne di Dasein incontra i cristalli e gli argenti di Christofle.E' un must celebrare, sorseggiando champagne, una delle serate clou della settimana internazionale del Design, da Dasein, la cave à champagne di Milano a due passi da Porta Venezia, insieme allo storico marchio Christofle, argentiere di re ed imperatori dalla metà del 1800.Dasein è il locale di ritrovo di una clientela che ama i sapori genuini e raffinati, semplici e ricchi di sapidità e tradizione. Parliamo dell'”essenziale” come inteso da Heidegger, il “da Sein” rappresentato da proposte scevre da sovrastrutture: la brisaoladi Madesimo (Valchiavenna), offerta semplicemente “condita” con i propri aromi, lo Storico Ribelle, bitto del Presidio Slow Food, che riporta con i propri sapori ai pascoli solivi e vaghi (ombreggiati) percorsi dalle mucche, flutes di champagne di grandi cuvées millesimate ma anche di caves artigianali selezionate con maestria.Simbolo di lusso e di eleganza grazie all'argento, suo materiale principe, Christofle ha rivoluzionato nel corso degli anni, lo stile, le tecniche e i metodi di produzione e di distribuzione dei prodotti d'argenteria e di arti decorative.Christofle è sempre stato associato ai maggiori movimenti artistici ma anche a famosi artisti, come Man Ray o Jean Cocteau, ad architetti d'avanguardia come Gio Ponti, a modernisti argentieri come Lino Sabattini e Christian Fjerdingstad, e ai designer attuali come Martin Szekely e Andrée Putman, ma anche ai più recenti come Richard Hutten o Ora-Ïto. Per l'occasione, Daseine Christofle proporranno una serata aperitivo con i prodotti di Daseined argenti e cristalli di Christofle, nonchè una esposizione di secchi da champagne, flutes di cristallo ed accessori di art de la table di alta gamma, in esposizione durante tutta la Design Week 2019 ed in vendita nella Boutique Christofle di Milano, in Corso Venezia, 6.     Tutti alla Pesa Pubblica In occasione della Milano Design Week, La Pesa Pubblica di via Melzo 19, ha presentato “ADDUMA”,  viaggio esperienziale durante il quale ci si rimette in ascolto della terra di cui si è figli, la Sicilia, ritrovando immagini, profumi, colori, che rimarranno nello spirito e che la memoria non sbiadirà più. Ed è la luce il filo conduttore di questo percorso, nato dall'idea e dal desiderio dei due soci de La Pesa, Davide Vitale e Alessandro Nicolaci,che hanno dedicato la Settimana del Design del loro locale alla luce intesa come consapevolezza, riscoperta del passato e delle proprie radici, perché è solo recuperando il proprio passato che si può andare nel futuro, ritrovando il proprio percorso esplorativo di vita. Adduma, che in siciliano significa “accendi”, è proprio un inno alla luce, quella che ognuno deve ritrovare.  Il pubblico ha vissuto un'esperienza multisensoriale attraverso varie espressioni artistiche-di designer tutti originari della Sicilia-accomunata proprio da questa luce, per una consapevolezza spesso non ascoltata da molti, perché non ritrovata. Quadri, gioielli, lampade, ceramiche, declinazioni attraverso le quali è stato possibile ritrovare questa luce, fatta di colori, pietre dure e metallo assemblate con tecnica crochet e fibre naturali, come nei gioielli di Patrizia Amoddio, o come nei quadri di Roberta Moscheo,opere nelle quali centrale è il ruolo della figura femminile, fatta di pennellate dense di colore e di sguardi pieni di comunicazioni o nelle lampade del light designer Salvo Evangelista. All'ingresso ha accolto gli ospiti “LA CORAZZA”, creata per PATRIZIA AMODDIO dal fashion photographer TONI CAMPO e il set designer FRANCESCO PALAZZOTTO. Musiche e allestimento erano a tema, in un mix tra tradizione e modernità. Anche il food era ispirato alla meravigliosa e luminosa terra di Sicilia e non mancavano le etichette di Donna Fugata,abbinate ai piatti dello staff de La Pesa. L'esperto bartender de La Pesa Pubblica, Maurizio Marsigliese, poi, ha realizzato un cocktail dedicato alla Luce. NELLA FOTO TRA I SOCI DAVIDE VITALE E ALESSANDRO NICOLACI, LA PITTRICE ROBERTA MOSCHEO Contro il cyberbullismo Ad Albiate, presso il Polo Culturale di via Giotto, è stato organizzato l'evento dal titolo "Cyberbullismo, generazioni digitali e web", uso dello smartphone, pericoli della Rete e prevenzione, con l'Ingegnere Informatico Vincenzo De Feo, esperto di problematiche riferite a Internet e autore del libro "...prima del CLICK" e il sociologo Ettore Maria Rizzi. Docente di Scienza del Comportamento. "Lodevole l'iniziativa di un paese di 6.000 abitanti su tematiche che riguardano tutto l'Occidente e normalmente le città affollate"-ha sottolineato l'Ingegner Vincenzo De Feo-"grazie all'iniziativa dell'Assessore Fabrizio Confalonieri e a Marco Perego è stato organizzato un incontro che ha coinvolto i cittadini e i genitori sul tema delle dipendenze dei giovani". Il sociologo Professor Ettore Maria Rizzi ha illustrato, attraverso sondaggi, che hanno uno scopo socio educativo,importanti dati sulle implicazioni della tecnologia nella vita degli adolescenti. Tra i tanti dati interessanti, la presenza, in alcuni luoghi di aggregazione, come gli oratori, di tecnologia ritenuta valido strumento di aggregazione, che, invece, è causa di ludopatia.  NELLA FOTO DA SINISTRA IL SOCIOLOGO ETTORE MARIA RIZZI, L'INGEGNER VINCENZO DE FEO, L'ASSESSORE FABRIZIO CONFALONIERI E MARCO PEREGO Hyper Room Da Hyper Room, in corso Venezia, la titolare Chiara Carradori ha organizzato un Fuori Salone dedicato ai prodotti di diverse aziende e designer accumunati dall'alta qualità ,innovatività e originalità made in italy, tra degustazione di Urbani tartufi , Varnelli , Castellino , Amelia Vini e Cantine Belisario .Cridea si ripropone al Fuori Salone 2019, dopo un anno di forti richieste e di intenso lavoro volto al perfezionamento e alla ricerca del bello, sempre però con estrema cura e attenzione  all'eco-friendly , con nuovi articoli di design nati da una stretta collaborazione con due importanti Designer. I nuovi elementi sono i componibili Maya , disegnati per Hyper Room dal Designer  Davide Montanaro e la serie Throne disegnata dal Designer  Tèrence Coton . Dall'idea di spezzare quadrotti di cioccolato e ispirandosi ad antiche civiltà, nasce Maya, sistema modulare dalle infinite combinazioni, composto da poltroncina e pouf, dalle forme irregolari, frutto del Design di Davide Montanaro . In questo prodotto eleganza, gusto e design si uniscono e la tecnologia Art-flex  viene esaltata.  NELLA FOTO IL DESIGNER DAVIDE MONTANARO CON LA LUXURY CONSULTANT FRANCESCA LOVATELLI CAETANI   Adriana Glaviano al Fuorisalone Nel cuore delle 5 Vie, il quartiere più antico e più ricco di storia di Milano, Adriana Flaviano ha accolto i suoi ospiti durante il Fuorisalone, per mostrare la sua collezione di Wallpapers. “Nasco come illustratrice; dopo il liceo artistico a Palermo e Brera a Milano, sono stata catturata dalla moda, ho sempre frequentato i fotografi, molti mi hanno proposto servizi e mi sono occupata di immagini, poi mi sono dedicata per 30 anni al giornalismo di moda, coltivando questa passione per il disegno”-dice Adriana Glaviano. La tua città ha influenzato il tuo percorso artistico? “Palermo è un mix di culture, io vengo da una famiglia di artisti, da ragazza, a 16 anni, andavo nei musei, mi piaceva soprattutto l'iperrealismo, ma anche il barocco, non so come si sarebbe evoluta questa mia passione, se avessi proseguito su questa strada professionale. Sino a 20 anni sono stata in Sicilia, me la porto dentro, per me era normale disegnare nei palazzi e nelle chiese, me ne sono resa conto da grande. Mi ha dato tanto”. Adriana non è capace di stare ferma; dopo una sfavillante carriera nel mondo della moda, ha aiutato il fratello, Marco Glaviano a impaginare le foto dei suoi meravigliosi libri, mettendo insieme le foto, le sequenze, le scritte. “Come sempre la molla è scattata a mio fratello, che è un genio”-aggiunge Adriana-“mi disse che, essendo brava a disegnare, avrei dovuto imparare a usare questa speciale tavoletta, Web Com, che pochi, attualmente, sono in grado di usare in Italia. E' come disegnare su un foglio di carta. Mi piace, dopo anni di viaggi e spostamenti, stare a casa, da sola, con la musica di sottofondo.La tecnologia di questo metodo mi permette di assemblare foto; per i wall paper uso animali, arte, natura, partendo da un wall in altissima definizione, li assemblo, dipingo sopra animali, poi c'è la parte creativa, è come usare pennarelli e matite su un foglio bianco, in un mix tra genio e tecnologia.Il lavoro è lungo; scontorno, assemblo, cancello, torno indietro, cambio colore e forma, posso cambiare, per esempio, a un uccellino le ali, o il becco, o gli occhi. E' fantastico, perché posso fare ciò che con la carta non riuscirei a ottenere e questo sistema mi dà la possibilità di sperimentare. La curiosità è sinonimo di evoluzione. Posso applicare qualsiasi cosa, velluti, sete, fare ritocchi impercettibili; ci ho messo quasi 3 anni a imparare tutto. Palermitana di nascita, Adriana Glaviano si è dedicata alla moda prima come free-lance per le testate Condé Nast, poi come giornalista a Vogue Italia. Nel Gruppo Rizzoli ha lavorato ad Amica, poi a Io Donna e, infine, ad Anna come vice direttore moda. E' ritornata nel gruppo Condé Nast come fashion director di Vogue Gioiello e Vogue Pelle. E' lei che ha disegnato la collezione “Cala di Volpe”. Oggi è fashion director free lance e si occupa di illustrazione, grafica ed editoria. Ma soprattutto si dedica alla sua passione, il disegno, con le nuove tecniche informatiche che le permettono di esprimersi al meglio lavorando direttamente sullo schermo del suo Mac. Così sono nati i suoi fantasiosi wallpapers ispirati ai trompe-l'oeils e al fascino dell'arte pittorica rivisitata. "Le sfumature del sud con la sua luce, i suoi colori, le sue forme barocche. L'amore per l'arte. L'esperienza pittorica e la moda. Questi mondi mi hanno portato a cercare nuove forme creative di espressione contemporanea, con un approccio morbido al linguaggio decorativo, dove la finzione si rivela ancor più intrigante della realtà"-confida Adriana Glaviano Instagram https://www.instagram.com/adrianaglaviano/ NELLA FOTO ADRIANA GLAVIANO CON LA SUA ADORATA BABETTE A Milano il vernissage di Camilla Ancilotto al Mandarin Oriental Il rompicapo cinese Tangram ispira l'artista Camilla Ancilotto e diventa un lussuoso drink della Milano da bere. Ab Ovo è il titolo della  personale di Camilla Ancilotto che ha stupito con le sue suggestive opere nella settimana del Salone del Mobile. Al Mandarin Oriental in via Andegari 9, nel cuore della città meneghina, è stata allestita l'esposizione dell'artista romana negli spazi esterni e interni dell'hotel che si è trasformato, per l'occasione, in una galleria d'arte contemporanea. Le sculture in poliuretano policromo e  in acciaio sono state ammirate nel corso del luxury cocktail con sottofondo musicale dai numerosi ospiti accorsi, tra i quali: il ballerino Eric Underwood, la rock star dei Dope Stars Darin Yevonde e Angela Dorazio, accolti dal general manager dell'hotel Giovanni Cellerino e dallo chef stellato Antonio Guida. 

Dai blog