Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Periscopio, gli eventi vip della settimana

Esplora:

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Kit Care con amore E'stato presentato il progetto «Kit Care con Amore» all'ospedale San Camillo Forlanini di Roma nato per aiutare chi si trova in una temporanea condizione di difficoltà a causa di un ricovero.Il testimonial Beppe Convertini,ora fantastico conduttore di "La Vita in Diretta" su Rai Uno, afferma :'il ricovero ospedaliero rappresenta un momento particolarmente delicato nella vita di ogni persona, per cui, oltre alle cure mediche, il luogo di cura deve assicurare tutta l'attenzione e sensibilità necessarie..sicuramente i kit potrebbero alleviare alcune necessità impreviste e primarie,quindi diventano indispensabili per tutti.. il progetto va nella giusta direzione di vicinanza alle persone in un particolare momento di fragilità con un piccolo ma,meraviglioso gesto d'amore.' Passiamo alla moda.  Pochi mesi dopo l'inaugurazione dello showroom a Milano, nella centralissima piazza San Babila, la storica maison francese Lancel prepara il lancio delle nuove collezioni in Italia in grande stile: Chiara Ferragni, nominata da Forbes ‘Fashion influencer numero 1 al mondo'', ha scelto di indossare una borsa Lancel durante il suo ultimo viaggio a Tokyo dov'è stata la scorsa settimana per un impegno di lavoro. Lancel è una maison di alta pelletteria fondata a Parigi nel 1876, un'icona dello stile francese amata dalle dive e dalle donne comuni, da quando Angèle e Alphonse Lancel aprirono in Passage des Petites-Écuries quello che oggi chiameremmo un concept store di assoluta tendenza. L'atmosfera frizzante della Belle Époque parigina ne decretò l'immediato successo presso una clientela cosmopolita e affluente. L'essenza del brand era già definita: la qualità della lavorazione della pelle, l'attenzione al dettaglio, la chiarezza delle linee strutturate, il perfetto equilibrio tra utile e futile, tra funzionale e frivolo.  Nel 1929 Lancel aprì la boutique in Place de l'Opéra che negli anni diventò una vera e propria istituzione per i parigini attraendo le stelle dello spettacolo degli Anni Trenta Negli Anni Settanta fuSalvador Dalí ad innamorarsi di Lancel e, come regalo speciale per Gala, sua moglie e musa, fece realizzare una borsa Lancel sulla quale aveva fatto serigrafare il Daligramma, l'alfabeto segreto d'amore con il quale il pittore surrealista spagnolo comunicava con la sua amata.  Lancel è tuttora al numero 8 di Place de l'Opéra e anche le stelle di oggi amano e indossano le sue borse delle quali apprezzano la creatività assolutamente originale che deriva dal dialogo costante tra la più raffinata artigianalità e il meraviglioso mondo di un archivio con oltre 140 anni di storia. E ora un idolo della danza: Sergei Polunin a soli 19 anni è stato il più giovane primo ballerino nella storia del Royal Ballet di Londra. La sua stella è stata paragonata a quella di tre miti: Nureyev, Baryshnikov, Nijinsky.  Sergei è anche un'Icona Pop-Rock: il suo «Take me to Church» diretto da David LaChapelle ha avuto oltre 27.000.000 visualizzazioni su YouTube, numero mai raggiunto per la danza.  Romeo e Giulietta, capolavoro di Shakespeare, è la più celebre storia d'amore mai raccontata e si svolge proprio a Verona. Ispirandosi al dramma, Prokofiev ha composto musiche straordinarie per un balletto oggi proposto con le innovative coreografie di Johan Kobborg, artista di fama mondiale.   Il 26 agosto,nella cornice unica dell'Arena, prenderanno vita le scenografie dello scultore David Umemoto. E poi, feste in Sardegna, cene e degustazioni, concerti e cocktail. Beppe Convertini: un contuttore dal cuore grande E'stato presentato il progetto «Kit Care con Amore» all'ospedale San Camillo Forlanini a Roma nato per aiutare chi si trova in una temporanea condizione di difficoltà a causa di un ricovero.Il testimonial Beppe Convertini afferma :'il ricovero ospedaliero rappresenta un momento particolarmente delicato nella vita di ogni persona, per cui, oltre alle cure mediche, il luogo di cura deve assicurare tutta l'attenzione e sensibilità necessarie..sicuramente i kit potrebbero alleviare alcune necessità impreviste e primarie,quindi diventano indispensabili per tutti.IL progetto va nella giusta direzione di vicinanza alle persone in un particolare momento di fragilità con un piccolo ma,meraviglioso gesto d'amore.' Ricordiamo che Beppe Convertini, da sempre vicino alle persone e ai bambini in difficoltà, conduce con uno straordinario successo "La Vita in Diretta" su Rai Uno. Grande successo di NEK a "RisorgiMarche". È stato NEK Filippo Neviani ad aprire la terza edizione di RisorgiMarche, il festival solidale ideato da Neri Marcorè interamente dedicato a promuovere i territori colpiti dal sisma del 2016 tramite la musica. Nek si è infatti esibito sulla sommità di Poggio San Romualdo (AN): a oltre mille metri di quota, il pubblico ha potuto assistere a una speciale performance di Nek che ha proposto, in quasi un'ora e mezza di live, i suoi più grandi successi, duettando con l'amico Neri Marcorè sui brani “Mi farò trovare pronto” e “Sei grande” e realizzando con lui anche una speciale versione di “A horse with no name” degli America. Si avvicina intanto sempre di più il 22 settembre, giorno in cui NEK Filippo Neviani tornerà in concerto con un imperdibile appuntamento all'Arena di Verona. Il live evento darà ufficialmente il via a “IL MIO GIOCO PREFERITO – European tour”, un tour di oltre 30 date che da novembre farà tappa nelle grandi città europee e porterà Nek a suonare nei principali teatri di tutta Italia con un calendario di nuovi appuntamenti live fino al 2020. Un'occasione per tutti i suoi fan italiani e europei per ascoltare dal vivo i brani del nuovo album e le hit che in oltre venticinque anni di carriera hanno conquistato il pubblico di tutto il mondo. I biglietti per le date de “IL MIO GIOCO PREFERITO – European tour” sono disponibili disponibili su www.ticketone.it, nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per info www.friendsandpartners.it). Queste le date di “Il mio gioco preferito – European tour”, prodotto e organizzato da Friends & Partners: 8 novembre – ROMA – Auditorium Parco della Musica 9 novembre – GROSSETO – Teatro Moderno 11 novembre – MILANO – Teatro degli Arcimboldi 12 novembre – FIRENZE – Tuscany Hall 14 novembre – VARESE – Teatro Openjob Metis 15 novembre – PIACENZA – Teatro Politeama 18 novembre – MÜNCHEN – TonHalle 20 novembre – ZURICH – VolksHaus 21 novembre – LUGANO – Palazzo dei Congressi 24 novembre – BIENNE – Kongress Haus 25 novembre – BRUXELLES – Cirque Royal 26 novembre – PARIS – Bataclan 30 novembre – LUXEMBOURG – Rockhal Club 1 dicembre – LONDON – Shepherd's Bush 2 dicembre – MADRID – Teatro Nuevo Apolo 6 dicembre – BRESCIA – Teatro Dis_Play 8 dicembre – SANREMO (IM) – Teatro Ariston 10 dicembre – BERGAMO – Teatro Creberg 11 dicembre – PARMA – Teatro Regio 13 dicembre – BORGOSESIA (VC) – Teatro Proloco 14 dicembre – TORINO – Teatro Colosseo 17 dicembre – CREMONA – Teatro Ponchielli 19 dicembre – CESENA – Nuovo teatro Carisport 21 dicembre – MONTECATINI (PT) – Teatro Verdi 23 dicembre – GENOVA – Teatro Carlo Felice 11 gennaio – BOLOGNA – Europauditorium 14 gennaio – CATANZARO – Teatro Politeama 16 gennaio – CATANIA – Teatro Metropolitan 18 gennaio – PALERMO – Teatro Golden 20 gennaio – NAPOLI – Teatro Augusteo 22 gennaio – LECCE – Politeama Greco 23 gennaio – BARI – Teatro Team Il nuovo album di inediti “IL MIO GIOCO PREFERITO – parte prima” (distribuito da Warner Music Italy), composto da sette tracce ed entrato direttamente ai vertici della classifica degli album più venduti della settimana, è il primo capitolo del nuovo progetto discografico di Nek. Nei brani dell'album, l'artista si allontana dall'impronta elettronica del suo precedente album per andare, invece, all'essenzialità degli strumenti, creando un album fortemente “umano” e suonato. È intanto in radio il nuovo singolo “ALZA LA RADIO”, scritto da Nek, Andrea Bonomo e Andrea Vigentini, una dedica alla radio, la radio che è la compagna di tutti, che c'è sempre, che diverte, dà energia, rilassa e fa riflettere. Anche quando si è sommersi da stress, fretta e problemi la radio suona e c'è sempre. È online anche il video ufficiale del brano, diretto da Gaetano Morbioli per RUN Multimedia: https://youtu.be/XEbOlFEqIyg La Réserve Paris Hotel & Spa eletto miglior hotel di Parigi Il magazine Travel + Leisure ha annunciato i risultati della ventiquattresima edizione dei World's Best Awards assegnando ancora una volta a La Réserve Paris il primo posto tra gli hotel parigini.  Ogni anno, i lettori di Travel + Leisure, il più influente travel magazine degli Stati Uniti, stilano una classifica delle loro esperienze preferite tra hotel, resort, spa, tour operator e crociere nel World's Best Awards survey. Situato nell'ottavo arrondissement, La Réserve Paris ha 40 eleganti camere e suite, con terrazze che affacciano su meravigliose vedute della città. Il design è dell'iconico Jacques Garcia. La spa ha una piscina indoor aperta h24, mentre i due ristoranti, Le Gabriel e La Pagode de Cos, sono curati dallo chef Jérôme Banctel, insignito di due stelle Michelin.  “Questo premio è il risultato del lavoro del team de La Réserve Paris, che custodisce i nostri valori di semplicità, autenticità ed eccellenza”, ha dichiarato Michel  Reybier,  proprietario de La Réserve Paris - Hotel and Spa, de La Réserve Paris – Apartments, in Place du Trocadéro, La Réserve Ramatuelle – Hotel, Spa and Villas,  La Réserve Genève – Hotel, Spa and Villa, ed altri.  Hotel, spa, ville, appartamenti: Michel Reybier Hospitality offre luoghi unici, rari, dove ciascuno può sentirsi a casa in un'atmosfera esclusiva. Michel Reybier è determinato a offrire sempre il meglio ai suoi ospiti. Il suo nome è diventato una label, una firma, legata allo spirito del club che esiste solo attraverso l'appagamento vissuto dai suoi ospiti e clienti.Segnaliamo le prossime aperture de La Maison d'Estournel  e de La Réserve Eden au Lac Zurich.   SERGEI POLUNIN in ROMEO + GIULIETTA Sergei Polunin a soli 19 anni è stato il più giovane primo ballerino nella storia del Royal Ballet di Londra. La sua stella è stata paragonata a quella di tre miti: Nureyev, Baryshnikov, Nijinsky. Sergei è anche un'Icona Pop-Rock: il suo «Take me to Church» diretto da David LaChapelle ha avuto oltre 27.000.000 visualizzazioni su YouTube, numero mai raggiunto per la danza. Romeo e Giulietta, capolavoro di Shakespeare, è la più celebre storia d'amore mai raccontata e si svolge proprio a Verona. Ispirandosi al dramma, Prokofievha composto musiche straordinarie per un balletto oggi proposto con le innovative coreografie di Johan Kobborg, artista di fama mondiale. In questa prima assoluta, Giulietta sarà ALINA COJOCARU, prima ballerina dell'English National Ballet di Londra. Il 26 agosto,ella cornice unica dell'Arena, prenderanno vita le scenografie dello scultore David Umemoto.   DVORA ANCONA E WORKSHOP AGNES Lunedì scorso presso il Centro Medico della Dr.ssa Dvora Ancona, noto chirurgo e medico estetico di Milano, volto noto della Tv, si è svolto il workshop Agnes Medical. La Dott.ssa Ancona ha illustrato e insegnato a molteplici Dottori provenienti da Roma, la nuova metodica Agnes per trattare, senza chirurgia, diversi inestetismi quali: borse degli occhi, doppio mento, addome, coulotte de cheva e braccia. L'apparecchiatura Agnes, già brillantemente presentata dalla Dottoressa Ancona all'ultimo Congresso Internazionale Sies di Medicina Estetica a Roma, si è dimostrata la reale novità dell'anno. Agnes arriva dal Sud Corea, è una radiofrequenza monopolare con micro aghi isolati e permette già dalla prima seduta, di risolvere il problema del doppio mento, di cancellare le borse dagli occhi ottenendone una riduzione del 30% e di trattare tutti i tipi di lassità cutanea, dall'addome, alle braccia, alle gamba, alle ginocchia fino alle caviglie. Si può usare su tutti i tipi di pelle in modo non invasivo ma assolutamente efficace. Agnes è in grado di sciogliere il grasso e al tempo stesso permette ai tessuti di riaccollarsi nell'area trattata, il tutto senza ricorrere alla chirurgia. Questa radiofrequenza a micro aghi permette al paziente di ritornare alla vita quotidiana immediatamente dopo il trattamento in quanto lascia segni poco visibili. (in viso, facilmente copribili con il make up) I risultati sono eclatanti fin da subito e la durata di ogni trattamento non supera i 30 minuti.Per ulteriori informazioni, consultare il sito: www.dvora.it.     GIOVANNI TRUPPI E YLENIA LUCISANO: DUE VUOVE STELLE Domenica 21 luglio il cantautore GIOVANNI TRUPPI, vincitore del premio MEI “PIMI 2019” come Miglior Artista Indipendente dell'Anno, sarà in concerto al Castello Sforzesco di MILANO (Cortile delle Armi – ore 21.40), nell'ambito della VII edizione dell'Estate Sforzesca, per il tour estivo di“POESIA E CIVILTÀ”, il suo ultimo album di inediti. Ad accompagnare sul palco Giovanni Truppi (chitarra, piano e voce) ci saranno Paolo Mongardi(batteria), Giovanni Pallotti (basso), Daniele Fiaschi (chitarra), Duilio Galioto (tastiere) e Nicoletta Nardi (voce e tastiere).   Opening act della serata YLENIA LUCISANO che presenterà, con la sua band, alcuni brani estratti dal suo nuovo album di inediti “PUNTA DA UN CHIODO IN UN CAMPO DI PAPAVERI” (ore 21.00). La cantatutrice aprirà anche il concerto di Francesco De Gregori..     GIOVANNI TRUPPI è un polistrumentista e cantante che per stile e liriche rievoca i grandi del cantautorato italiano degli anni ‘70, ma che allo stesso tempo si fa interprete e capofila di un modo di scrivere e comporre del tutto inedito. La sua forma canzone è profonda, provocatoria, complessa, imprevedibile e mai banale.   “POESIA E CIVILTÀ” (Virgin Records Italia/Universal Music), il primo lavoro del cantautore con una major, è un album di 11 brani inediti scritti da Giovanni Truppi, tra cui il primo estratto “L'UNICA OLTRE L'AMORE” e il nuovo singolo “BORGHESIA”, che prende spunto dal romanzo di Edoardo Albinati “La scuola cattolica”. Il video del brano, diretto da Gabriel Azorìn, Giuseppe Truppi e Oscar Vincentelli, è disponibile al seguente link: youtu.be/rzP94GRxtWg   «Ho cercato di basare questo disco su quello che è più importante per me in questo momento – dichiara Giovanni Truppi – ovvero l'identità, la vita adulta, la bellezza, il modo in cui scegliamo di porci nei confronti degli altri e quindi il rapporto con la società. Tutti concetti che mi appassionano anche per via della grande fase di ridefinizione che stanno attraversando in questo momento storico. La poesia e la civiltà sono i punti cardinali verso i quali tendono tutti gli elementi di questo lavoro (gli argomenti delle canzoni, il lessico, gli arrangiamenti e la produzione), la scelta del titolo scaturisce da qui. Nel mettermi al servizio di questi due principi ispiratori ho sentito l'esigenza di abbandonare il linguaggio dei miei lavori precedenti e di costruirne uno nuovo, che rimandasse a una scrittura più classica e meno anarchica e spigolosa».   Questa la tracklist completa dell'album: “Borghesia”, “Quando ridi”, “Conoscersi in una situazione di difficoltà”, “I miei primi sei mesi da rockstar”, “L'unica oltre l'amore”, “Mia”, “Adamo”, “Due segreti”, “Le elezioni politiche del 2018”, “Ragazzi”, “Ancient Society”.   Il tour di “POESIA E CIVILTÀ”, organizzato da Ponderosa Music&Art, proseguirà fino a settembre toccando i palchi dei principali festival italiani. Queste le prossime date:   17 Luglio - Invasioni Festival - COSENZA 19 Luglio - Basse Frequenze - CUNEO 21 Luglio - Castello Sforzesco - MILANO 26 Luglio - Verucchio Festival - VERUCCHIO (RN) 27 Luglio - Agrilatina - LATINA  28 Luglio - Tam Fest - TELESE TERME (BN) 17 Agosto - Tre Gotti al Campino - TREQUANDA (SI) 22 Agosto - Disorder Festival - EBOLI (SA) 25 Agosto - Roccolo Park Festival - ROCCOLO DI SAN GIUSTINO (PG) 15 Settembre - Tutto Molto Bello - BOLOGNA   Giovanni Truppi è nato a Napoli nel 1981. Tra il 2010 e il 2017 ha pubblicato quattro dischi di inediti: “C'è un me dentro di me” (CinicoDisincanto/CNI 2009),“Il mondo è come te lo metti in testa” (I Miracoli-Jabajabamusic/Audioglobe 2013), “Giovanni Truppi” (Woodworm/Audioglobe 2015) e “Solopiano”(Woodworm/Audioglobe 2017) e tra il 2013 e il 2017 è stato protagonista di un tour di circa 300 date, con la sua band e da solo. Nel corso del 2014 ha progettato e costruito un proprio pianoforte ottenuto modificando un piano verticale: il risultato è uno strumento dalle dimensioni inferiori allo standard, smontabile, ed elettrificato tramite una serie di pick-up che permettono di amplificarlo. Truppi ha collaborato con lo scrittore Antonio Moresco per la scrittura della canzone “Lettera a Papa Francesco” ed ha partecipato come chitarrista alle registrazioni del disco del cantautore Stefano “Edda” Rampoldi“Graziosa Utopia” (Woodworm/Audioglobe 2017). Nel 2017 ha ricevuto il Premio Nuovo Imaie per la migliore interpretazione al Premio Tenco. Nel 2018 è stato candidato ai Nastri D'Argento per la migliore canzone originale per “Amori che non sanno stare al mondo”, brano composto per l'omonimo film diFrancesca Comencini (Fandango 2017). Truppi ha inoltre scritto “La Domenica”, brano che fa parte della colonna sonora e del testo dello spettacolo teatrale “Il cielo non è un fondale” della compagnia Deflorian/Tagliarini.   Ben Dj protagonista in Costa Smeralda e a Mykonos Inseguire Ben Dj, nel suo tour infinito di top party e location da sogno, soprattutto in luglio e agosto, è un'impresa durissima. Anche riassumere qui alcune delle sue serate, in un calendario probabilmente unico nel suo genere, non è facile. Proviamoci: lunedì 13 luglio è protagonista di un vip party a Cala Maretto - Civitanova Marche (MC). Il 6 agosto invece "sbarca" a Mykonos, l'esclusiva isola dell'Egeo, per far scatenare il mitico Tropicana. E prima che succede? Dal 27 luglio è spesso al mixer del nuovissimo Lìo Costa Smeralda, a Poltu Quatu, una delle location più "up" del Mediterraneo e non solo. Ma Ben Dj non solo un dj da location di lusso: il 14 è sul palco al Red Valley Festival, in Sardegna, con un certo David Guetta.  Come se non bastasse, spesso è in console al Cotazur Party Dunes, ad Ibiza, l'isola della musica. Che dire? L'estate 2019 sarà comunque eccellente, per chi riesce a riposarsi, ballare e ricaricare le batterie Ascoltare e ballare la musica di Ben Dj è senz'altro un modo per regalarsi una stagione da sogno.    Ben Abdallah Taoufik aka Ben Dj, è un dj italiano di origini tunisine molto conosciuto a livello nazionale ed internazionale. I suoi dj set lo portano sempre in giro per il mondo da Miami ad Ibiza, dall'Europa all'Asia, passando dall'Arabia Saudita e, ovviamente, per le console dei top club italiani. E' spesso il protagonista musicale delle feste di presentazione del Calendario Pirelli. E' accaduto a New York, ad esempio, il 10 novembre 2017, quando si presentava The Cal 2018 ed è successo a Milano il 5/12/18, quando è stato presentato il calendario del 2019. A Milano, la città in cui vive da tempo, molti degli hot spot della città si affidano alla sua musica: dal Bullona alla Rotonda Bistrò passando per Canteen.  Suonano spesso la musica di Ben Dj nei loro dj set e nei loro radioshow leggende del mixer come Steve Aoki, Tiesto, Blasterjaxx, Bob Sinclar, Oliver Heldens, Fat Boy Slim e tanti altri. E soprattutto, la sua musica piace molto su Spotify, oggi la Bibbia della musica: la sua "Thinkin' Bout You" è stata ascoltata 5 milioni e mezzo di volte! Tra le sue tante produzioni, spesso ai vertici di Billboard, Beatport o iTunes, ci sono "Me & Myself", "Sorry", "I'm In Love", "Freedom Call" e pure "Smile", uno dei più grandi successi dell'estate 2010. Il suo recente singolo "Hold Tight" ha invece superato i 3 milioni di ascolti su Spotify ed è una delle canzoni simbolo dell'estate 2017 in ambito pop dance & dintorni. A febbraio 2018 è uscita "Sex on Fire" (feat. Eon Melka), presentata con un esclusivo party alla Palazzina Grassi di Venezia. Durante l'estate 2018 sono usciti "Se Levanta", BtSound VS Mercedesz - Boomerang (Ben Dj Remix) e pure Ben Dj - Two. Il Jazz di Stefano Bollani risuona a Casa Menotti E alla fine il sogno si è avverato: lo Steinway del 1956, appartenuto al Maestro ed ideatore del Festival dei Due Mondi, Gian Carlo Menotti, ha fatto risuonare tra le sale del Palazzo che è stata la sua dimora la magia musicale del grande jazzista italiano Stefano Bollani, insignito lo scorso 13 luglio del prestigioso riconoscimento Monini “Una Finestra sui Due Mondi”.   Tra gli applausi e la tangibile emozione degli ospiti presenti, tra cui il direttore artistico della kermesse Giorgio Ferrara, l'artista, considerato una delle più grandi star della musica internazionale, ha ricevuto dalle mani di Maria Flora Monini il Premio che da dieci anni la famiglia spoletina destina ai protagonisti del Festival dei Due Mondi.   «Come avviene costantemente nella storia del Premio – ha ricordato nelle motivazioni la stessa Maria Flora Monini - anche per Bollani questo riconoscimento va a una carriera al confine “tra due mondi”, sia geografici che di stile e linguaggio. Un artista che ha dimostrato di saper unire la passione per il Sudamerica - che lo ha portato sul palcoscenico di Spoleto insieme a un mito della musica brasiliana come Hamilton de Holanda - con il jazz, la canzone popolare europea e tutta la grande tradizione sonora del ‘900. Un personaggio che non poteva mancare nella casa di uno dei più grandi compositori del XX secolo». «Ne sono felice – ha commentato l'artista, accogliendo gli elogi con un'immancabile nota di ironia -: del resto questo è uno dei pochi mestieri in cui si può ascoltare il proprio epitaffio in vita». Bollani è così entrato a far parte della “Hall of Fame” di Casa Menotti, accanto a personalità come John Malkovich, Michail Baryšnikov, Willem Dafoe, Tim Robbins, Juliette Gréco, facendosi ritrarre, come loro, mentre si affacciava alla celebre finestra del Palazzo quattrocentesco dopo aver ritirato il Premio. Un'usanza, quella del saluto dal famoso davanzale, ripristinata nel 2010 da Monini in omaggio proprio al gesto iconico di Menotti, che era solito salutare il pubblico della kermesse dal suo palazzo affacciato su piazza Duomo.   Un momento suggestivo e coinvolgente, reso ancor più indimenticabile dalla capacità del jazzista di dialogare giocosamente con il pubblico, che al Teatro Romano gli ha riservato una standing ovation. BEYONCÉ IN VALENTINO HAUTE COUTURE Nel video della canzone "Spitit", colonna sonora de "Il Re Leone",  Beyoncé indossa una creazione Valentino Haute Couture spring summer 2019 collection,         COS'HANNO IN COMUNE ILARY BLASI, ELENA SANTARELLI E ELENOIRE CASALEGNO? Dopo il grande successo della prima collezione lo scorso anno, anche per l'estate 2019 Mermazing si riconferma la scelta delle celebrità con la collezione "Ocean Breeze", prodotta con la fibra di ECONYL®. La linea di beachwear è interamente ecosostenibile e rappresenta un must have dell'estate insieme ad alcuni capi"fuoriacqua" da indossare in spiaggia. Anche le celebrità che amano sentirsi alla moda ma allo stesso tempo desiderano prendersi cura dell'ambiente scelgono Mermazing, sostenendo l'iniziativa di salvaguardia del pianeta: utilizzare meno plastica e comprare prodotti sostenibili.  Ilary Blasi, immortalata dal settimanale Chi, si rilassa con la famiglia in vacanza a Formentera indossando il modello Giulia “Deep Purple” in velluto liscio. Un capo dall'aspetto lucido e brillante che si adatta perfettamente alle forme del corpo e conferisce uno stile sporty chic. Ama indossare lo scamiciato modello Sofia in "White" o "Sun Yellow", che fa parte della collezione fuoriacqua, per uno stile colorato e fresco che sembra fatto apposta per il periodo estivo.  Elena Santarelli reinventa il look da spiaggia, indossando il modello Malisa “Sky Blue” come un body abbinato agli shorts a bordo piscina. Un ottimo modo per sentirsi sirene alla moda anche lontano dalla spiaggia.  Così anche Elenoire Casalegno , nella foto, sceglie il modello Giulia “Deep Purple” in velluto, aderente con spalline sottili dalla vestibilità perfetta.        "OVER YOU", il nuovo brano di DANIEL POSNIAK. Da ieri, è online il video di “OVER YOU”, il nuovo singolo del cantautore DANIEL POSNIAK attualmente in radio e disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download. Il video del brano è visibile al seguente link: youtu.be/Wu_o-KehQ_w.   “OVER YOU” è un brano dal sound pop/dance e raggaeton scritto in inglese con contaminazioni in lingua spagnola che racconta l'estate, vista dai giovani come la stagione del divertimento e degli amori intensi e fugaci.   Nel video, girato da Giovanni Riviera, Daniel Posniak trascorre una giornata estiva tra piscina e luna park, lontano dagli impegni quotidiani, insieme alla sua ragazza e ai suoi amici.   «Girare il video di “Over You” è stato molto divertente, soprattutto perché l'ho realizzato in compagnia della mia ragazza e dei miei più cari amici – racconta Daniel Posniak – Ho voluto inserire tutti gli elementi che per me rappresentano l'estate: acqua, sole, festa, fuoco, ballo e divertimento!».    Daniel Posniak (nome completo Daniel Lorenzo Posniak) nasce a Brescia da madre italiana e padre sudafricano. Inizia a cantare all'età di quattro anni, ma resta solo un hobby fino all'età di 14 anni, quando inizia a prendere lezioni presso la scuola di canto Vocal Care gestita da Danila Satragno (vocal coach di Jovanotti, Ornella Vanoni, Giuliano Sangiorgi, Annalisa Scarrone, Irama, Roby Facchinetti, Biagio Antonacci, Arisa, Giusy Ferreri, Manuel Agnelli e molti altri). A maggio 2017 si esibisce a Scalo Milano in apertura alla serata evento Deejay Time Reunion, che vede protagonisti Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso. Nel settembre 2018, il cantante apre il concerto di Chiara Galiazzo durante la serata Summer Music & More a Scalo Milano, realizzata in collaborazione con Radio 105. Ad aprile 2019 esce il singolo di debutto “Movie”, presentato per la prima volta dal vivo durante la serata evento Deejay Time Reunion a Locate di Triulzi (MI) lo scorso giugno.   CHIARA FERRAGNI E LANCEL PER LA PRIMA VOLTA INSIEME Pochi mesi dopo l'inaugurazione dello showroom a Milano, nella centralissima piazza San Babila, la storica maison francese Lancel prepara il lancio delle nuove collezioni in Italia in grande stile: Chiara Ferragni, nominata da Forbes ‘Fashion influencer numero 1 al mondo'', ha scelto di indossare una borsa Lancel durante il suo ultimo viaggio a Tokyo dov'è stata la scorsa settimana per un impegno di lavoro. La borsa Ninon, modello di punta di Lancel, in un estivissimo color giallo limone, appare in una foto postata lo scorso 12 luglio da Chiara Ferragni e in diverse altre storie in cui l'imprenditrice racconta alcuni momenti liberi.   Lancel è una maison di alta pelletteria fondata a Parigi nel 1876, un'icona dello stile francese amata dalle dive e dalle donne comuni, da quando Angèle e Alphonse Lancel aprirono in Passage des Petites-Écuries quello che oggi chiameremmo un concept store di assoluta tendenza. L'atmosfera frizzante della Belle Époque parigina ne decretò l'immediato successo presso una clientela cosmopolita e affluente. L'essenza del brand era già definita: la qualità della lavorazione della pelle, l'attenzione al dettaglio, la chiarezza delle linee strutturate, il perfetto equilibrio tra utile e futile, tra funzionale e frivolo.    Nel 1929 Lancel aprì la boutique in Place de l'Opéra che negli anni diventò una vera e propria istituzione per i parigini attraendo le stelle dello spettacolo degli Anni Trenta.  Negli Anni Settanta fu Salvador Dalí ad innamorarsi di Lancel e, come regalo speciale per Gala, sua moglie e musa, fece realizzare una borsa Lancel sulla quale aveva fatto serigrafare il Daligramma, l'alfabeto segreto d'amore con il quale il pittore surrealista spagnolo comunicava con la sua amata.  Lancel è tuttora al numero 8 di Place de l'Opéra e anche le stelle di oggi amano e indossano le sue borse delle quali apprezzano la creatività assolutamente originale che deriva dal dialogo costante tra la più raffinata artigianalità e il meraviglioso mondo di un archivio con oltre 140 anni di storia.     PACIFICO in concerto con Neri Marcorè! «Risorgimarche è la manifestazione che Neri si è inventato assieme ad amici e compagni di valore per ripopolare turisticamente le zone delle Marche ferite dal terremoto – racconta Pacifico – I luoghi sono bellissimi, montagne e valli incontaminate. Ci si arriva a piedi, necessarie bottiglie d'acqua, creme solari e cappelli. I concerti sono pomeridiani, non ci sono palcoscenici e distanze tra artista e pubblico. Benvenuti bermuda, canottiere, bambini, capi colorati e poco sobri. È una vacanza, musica e piedi nudi sul prato, affettuose prese in giro e canzoni a richiesta. Neri sarà l'ospite. Una volta avrei cercato di capire cosa avrebbe fatto, come controllarlo. Ma l'esperienza mi ha insegnato ad abbandonarmi al flusso della corrente, lo scopriremo tutti lì».     PACIFICO presenterà dal vivo i suoi grandi successi e i brani estratti dal suo ultimo e sesto album di inediti “BASTASSE IL CIELO”, disco entrato a far parte della cinquina finale delle Targhe Tenco 2019 nella categoria “Miglior album in assoluto”, attualmente disponibile nei negozi, in digitale e su tutte le piattaforme streaming.   Questi gli appuntamenti estivi del “Bastasse il cielo tour” (organizzato e prodotto da Ponderosa Music&Art):   21 luglio - Monte Fraitunno (AP) – RisorgiMarche (insieme a Neri Marcorè) 26 luglio - Vignola (MO) - ETRA Festival (lettura del testo “Io e la mia famiglia di Barbari”) 27 Luglio - Palmanova (UD) - Musica e Parole  30 Luglio - Roma - ‘Na Cosetta Estiva  30 Agosto - Todi (PG) - Todi Festival  1 Settembre - Brugnato (SP) - Racconti d'Autore 8 Settembre - S.Stefano Belbo (CN) - Pavese Festival 26 settembre - Villacidro (VS) - Premio Dessì (lettura del testo “Io e la mia famiglia di Barbari”)   “BASTASSE IL CIELO”, prodotto da Alberto Fabris, è un album composto da 10 brani, pensato, scritto e realizzato a Parigi. Un disco attento alle parole e ricco di suoni provenienti da ogni parte del mondo, grazie alle svariate collaborazioni con moltissimi musicisti di diversa nazionalità, definito dalla critica «un poetico caleidoscopio di suoni e atmosfere».   È online a questo link - https://youtu.be/ayMPgimCZTc - il video del brano “Salto all'indietro”, penultima traccia dell'album: «In realtà è un salto avanti e indietro, un giro in cerchio – racconta Pacifico –Belfagor, la caduta del Muro, la Renault 4 e Moro, Cruijff, le torri gemelle, lo sbarco sulla Luna, sono alcune delle stazioni sul percorso, quelle davanti non le conosco. È un breve resoconto del filo tirato da quando sono caduto dal cielo alla terra, da quel giorno davanti al Duomo di Milano, io in braccio a mio padre nella foto».   Questa la tracklist di “BASTASSE IL CIELO” (etichetta Ponderosa Music Records/distribuzione Artist First): “Bastasse il cielo”, “Sarà come abbracciarsi”, “Canzone fragile”, “A casa”, “Semplicemente”, “Il destino di tutti”, “Electropo”, “Molecole”, “Salto all'indietro”, “Quello che so dell'amore”.   Cantautore e autore tra i più stimati del panorama italiano, Pacifico ha all'attivo 6 dischi (Pacifico, Musica Leggera, Dal giardino tropicale, Dentro ogni casa, Una voce non basta, Bastasse il cielo), ha vinto il Premio Tenco per l'opera prima e numerosi altri riconoscimenti, ha partecipato al Festival di Sanremo in qualità di interprete nel 2004, vincendo il premio per la miglior musica, e ha duettato con alcuni dei più grandi artisti italiani e internazionali (Gianna Nannini, Ivano Fossati, Malika Ayane, Marisa Monte, Ana Moura).    Nell'aprile 2015 ha scritto e interpretato con Samuele Bersani il brano “Le storie che non conosci”, con la partecipazione straordinaria di Francesco Guccini. Il brano si è aggiudicato la Targa Tenco 2015come Migliore canzone dell'anno.   Ha scritto per il cinema (da Gabriele Muccino a Roberta Torre), e ha scritto e portato in scena il monologo teatrale “Boxe a Milano”. Ha pubblicato per Baldini e Castoldi, il romanzo “Ti ho dato un bacio mentre dormivi”. Come autore collabora con i più importanti artisti italiani. Oltre al decennale sodalizio con Gianna Nannini, ha scritto per Andrea Bocelli, per Gianni Morandi, per Adriano Celentano, per Malika Ayane, per Eros Ramazzotti, per Zucchero, per Giorgia, per Antonello Venditti e molti altri.   Pacifico ha partecipato al 68° Festival di Sanremo in duetto con Ornella Vanoni e Tony Bungaro con il brano “Imparare ad amarsi”, di cui è anche autore del testo. Oltre che come artista in gara, Pacifico ha partecipato al Festival di Sanremo 2018 anche in qualità di autore con il brano “Il segreto del tempo” (scritto per il duo Roby Facchinetti e Riccardo Fogli) e il brano “Il coraggio di ogni giorno” (scritto perEnzo Avitabile e Peppe Servillo).   Da OGR Torino ALBERTINO & FARGETTA La musica ancora una volta si dà appuntamento negli spazi delle OGR Torino. L'11 ottobre si ballerà nella Sala Fucine con la dance dei dj Albertino & Fargetta.   Albertino & Fargetta sono i dj specializzati in musica house e dance che maggiormente hanno contribuito a scrivere un pezzo di storia della radio italiana: il Deejay Time e la Deejay Parade sono i due programmi radiofonici di punta degli anni Novanta, ispirandosi ai quali sono state realizzate, sempre grazie alla collaborazione tra i due, svariate compilation.   I due storici dj italiani si alterneranno sul palco delle Officine con un tuffo negli anni Novanta in cui verranno ripercorsi i grandi successi che hanno segnato quel decennio, tra scenografie a tema, ledwall show, coreografie e un tocco nostalgico che porterà il pubblico a vivere un evento unico nel suo genere.    Albertino dal 1985 al 2019 ha condotto la prima parte del Deejay Time e dal 1986 la Deejay Parade, che poco dopo ha presentato sugli schermi di Deejay Television. Il Deejay Time diviene molto presto uno dei programmi più ascoltati a livello nazionale, mantenendo il primato per quasi tutto l'arco degli anni Novanta e gli inizi del Duemila, lanciando nel mondo della musica artisti come Neffa e Articolo 31.  Nel 1997 riceve dall'Accademia della Crusca una citazione per la sua capacità di comunicare ai giovani in modo innovativo. Come produttore, dal 1993 al 2004, si avvale dell'aiuto di Fargetta per la scelta dei brani delle Deejay Parade Compilation, dischi che annualmente hanno venduto decine di migliaia di copie. Dal 1999 dj Prezioso si unisce a Fargetta nel mixaggio della compilation: sono state vendute oltre 5.000.000 di copie. Dopo 35 anni al timone di Radio Deejay di cui era l'icona indiscussa – insieme al fratello Linus hanno completamente trasformato il linguaggio radiofonico italiano, dandogli quel taglio moderno, spigliato e dinamico che oggi lo contraddistingue – dal 1 aprile 2019 Albertino è il nuovo direttore artistico di Radio m2o. Continua comunque a collaborare con il programma Deejay Time con Fargetta, Molella e Prezioso in onda settimanalmente.   Mario Fargetta è dj, produttore discografico e regista radiofonico. Tra le sue più importanti produzioni ricordiamo Music, Music is Moving, Your Love, Midnight, che hanno raggiunto le vette delle più importanti club charts mondiali, mentre con il progetto Tamperer ft. Maya “Feel It” ha raggiunto il numero uno nella classifica di vendita del Regno Unito, numero uno in tutta Europa e numero quattro nella club chart USA, vendendo più di due milioni di copie.  Nel 2003 diventa proprietario di tre etichette dance: la Hands Up, la My Life e la Whim. Con lo pseudonimo di "Get Far" realizza remix di brani di altri artisti, e nel 2006 pubblica il brano Shining Star, cantato da Sagi Rei. Il brano è stato uno dei più ballati nelle discoteche di tutto il mondo, e nell'estate del 2007 viene realizzato un ulteriore remix, con videoclip, che ne rinnova il successo, permettendogli di entrare sia nella lista di billboard dei singoli più venduti che nella BBC 1 Chart. Sempre nel 2007, ha inciso in collaborazione con i Montecarlo Five il singolo No Matter, interpretato dal cantante siciliano Mario Biondi. Nel giugno 2009 presenta il suo nuovo singolo, The Radio, brano che prende spunto dalla canzone Il giocatore di biliardo (1998) di Angelo Branduardi: nell'agosto 2010 la canzone arriva in cima alla dance chart americana Hot-Dance Airplay. Nel 2011, a fine primavera, esce il suo ultimo singolo, The Champions of the World. Nel 2013 torna in veste di produttore, fondando la casa discografica Get Over Records. Nel frattempo, continua a viaggiare per l'Italia e per il mondo con i suoi dj set elettrizzanti, esibendo sempre il meglio del panorama musicale.   Ad accompagnare la serata ci sarà anche la presenza di un open act del dj Nello Simioli, che ha lavorato e lavora per alcune delle discoteche più importanti d'Europa e del mondo. Vive e lavora a Milano come dj ed esperto marketing manager del mondo della night life. Producer discografico da oltre venti anni, ha inciso dischi con etichette dance di risonanza internazionale, come Time/Rise Records, Proprio Records e Do It Yourself, Magnificent Records, Loud Beat Rec, Moove Records e mixato decine di compilation.    L'appuntamento è stato organizzato in collaborazione con la New Gig Promotion di Milano. Whiskey e bourbon a gogò Whiskey e bourbon hanno incontrano la carne della Filetteria Italiana in Ripa di Porta Ticinese a Milano. Il locale popone, oltre alla tradizionale carne di manzo, vitello, Chianina e Fassona, anche filetti di zebra, renna, struzzo, cammello, canguro, cervo e bisonte, un giro nel mondo dei sapori ispirato ai viaggi internazionali fatti dal titolare, il giovane, ma esperto imprenditore Edoardo Maggiori. La carne è servita su piastre fumanti, accompagnate da tegamini e terrine con salse e patate deliziose, cotte in modo speciale dallo chef. Il bar propone cocktail in abbinamento ai piatti, creazioni del mixologist Lorenzo Allegrini. Al menu della serata sono stati abbinati whiskey e bourbon della distilleria Michter's di Louisville, Kentucky, distribuita da Velier.  Il percorso degustativo è iniziato con spiedini di manzo con salsa all'anatra e Michter's Us*1 Bourbon, Gran crudo di manzo e vitello scottato alla fiamma in abbinamento a Michter's Us*1Rye e con Michter's 10 yo Filetti di zebra, canguro e bisonte. Us*1 Bourbon, maturato per 6-8 anni, rappresenta un mashing tradizionale di mais americano. Us*1 Straight Rye è un single barrel, un whiskey di segale maturato in botti nuove di rovere bianco americano. A inizio e fine pasto sono stati serviti Michter's in versione miscelata con Boulevandier alle nocciole delle Langhe in coppetta (Michter's American, sweet vermouth, bitter, velluto di nocciole) e B&B in tumbler basso (Michter's Sour Mash, takeis banana, sherry px, apricot brandy, lime, chocolate bitters). Presenti diversi blogger e influencer del mondo degli spirits, che hanno potuto apprezzare le eleganti bottiglie, belle da vedere e ottime da gustare.               We love Porto Cervo E'stato inaugurato il Just Cavalli di Porto Cervo, dove le tre eccellenze italiane Fashion, Food e Design si ritrovano per dare vita al progetto di hospitality e di entertainment di lusso. Il ristorante propone ricette tradizionali italiane con declinazioni toscane e ottimo vin, come ”Tenuta degli Dei", di proprietà della famiglia Cavalli. Lusso e modernità sono le caratteristiche del Just Cavalli di Porto Cervo, che ha celebrato la festa di apertura della stagione in Sardegna con una  selezione musicale curata da alcuni dei migliori sound artists del mondo e i cocktail gustosi a base di Roberto Cavalli Vodka. Gli arredi sono arrivati direttamente dalla maison, sedie, tavoli, mise en place e cuscini tutto in tema floreale e animalier firmato Roberto Cavalli.             Food & Mortilla Nello splendido giardino del Just Cavalli Milano, all'ora dell'aperitivo, si è vissuta una Food experience con alcune eccellenze del nostro territorio. Protagonisti i Vini Mortilla, rossi, bianchi e rosati, nettari che hanno riportato il pubblicoalle atmosfere della Magna Grecia e che affondano le radici nell'antico dialetto siciliano-Murtidda-perché ancora nel 43 tra le vigne e gli ulivi nasceva questa pianta , il Mirto selvatico, adesso quasi estinta in tutta la zona di Mortilla. Non sono mancate le mozzarelle di bufala campana dop della tenuta Agrilat, che ha proposto un trionfo di trecce di pasta di mozzarella e perline dalla forma tondeggiante bianche e affumicate con fumo di paglia. I prodotti Agrilat sono caratterizzati dal colore bianco della porcellana, dal profumo delicato del latte fresco, dal sapore rotondo che avvolge il palato. Un'esperienza esclusiva da vivere nel locale più elegante della città.       I love poke Tutti sono appassionati di Poke, ma il vero Poke hawaiano è I Love Poke, creato dalla dottoressa Newyorkese Rana Edwards. Il POKE è un tradizionale piatto hawaiano che gli isolani preparavano come insalata di pesce crudo influenzata dalla cucina giapponese e vestita con frutta tropicale , verdura e ingredienti esotici, come alghe, tobiko, o sesamo. Questo modello alimentare è stato trasferito per  la prima volta in California pochi anni fa e sta riscuotendo grande successo ovunque. Ma i primi a introdurre la ciotola Poke a Milano come concetto di “fast-food sano” sono i creatori di I LOVE POKE,sinonimo di cibo fresco, sano e di alta qualità. Noi siamo cio' che mangiamo, per questo motivo il nostro corpo ha bisogno di assumere alimenti freschi nella forma più grezza, privi di conservanti e ricchi di sostanze nutritive. Il piatto è un pasto bilanciato composto da proteine (pesce, pollo, carne, tofu), vitamine (insalata, frutta e verdura), grassi sani (noci, omega3, avocado, olio d'oliva, ecc.) e carboidrati (riso integrale, frutta / verdura). Soddisfa tutte le restrizioni dietetiche e non scende a compromessi sul gusto. Tutti possono mangiarlo, vegani, vegetariani, coloro che seguono un'alimentazione keto-dietetica, o a basso contenuto di grassi, o a base di carne, ma anche per chi segue la dieta body-building. www.new.ilovepoke.it. La vera anima di I Love Poke-ed è questa la caratteristica che nessuno ha- è Rana Edwards, titolare e medico di chimica farmaceutica che ha capito da sempre cheil segreto della salute e del benessere sta nel modo in cui investiamo in ciò che nutriamo con il nostro corpo. Questo è il motivo per cui ha ricercato e creato un modello di business in cui ogni ingrediente è offerto nella sua forma più fresca e naturale, in un concetto simile al movimento “Farm to table” negli Stati Uniti, pur mantenendo un'atmosfera informale di Alohaaa dalle splendide isole delle Hawaii. Rana ha un dottorato in chimica farmaceutica medicinale, certificato dalla Harvard University (scuola di salute pubblica – Dipartimento di Nutrizione) di T. H. Chan, èsempre stata interessata ai trattamenti a base naturale e alla nutrizione e continua a ricercare le scoperte più aggiornate sul campo. Questo è il motivo per cui ha incorporato tutta la sua esperienza nella creazione di un menu super bilanciato nutrizionalmente, senza glutine, con molte opzioni per varie restrizioni dietetiche. E sta lanciando valori nutrizionali di ogni ingrediente perché è molto importante per le persone capire cosa stanno consumando e come la loro SCELTA ALIMENTARE stia aggiungendo valore al loro benessere. “Abbiamo aperto le porte del nostro primo negozio in Piazza Mercanti a Milano, a ottobre 2017, da allora siamo stati copiati molte volte. E'iniziato come un lavoro fatto di tanto amore per condividere un LIFESTYLE, un modo di vivere e consumare il cibo che da allora è diventato una tendenza moderna. Tutto ciò che mi dà un sacco di orgoglio e gioia! Rimarremo sempre diversi perché siamo i LEADER nel settore, ogni giorno alziamo il livello per offrire ai nostri clienti la migliore esperienza culinaria. E personalmente mi sento molto motivata, soprattutto dopo aver visto questa reazione incredibilmente positiva, condividere di più dello stile di vita americano e nutrizionale con i nostri Poke Lovers!” NELLA FOTO RANA EDWARDS       EMAN: al via il tour estivo Dopo la partecipazione al concerto del Primo Maggio a Roma, il cantautore Eman torna live con un tour estivo che prenderà il via sabato 20 luglio da Borgo Mozzano (LU). In scaletta i brani del nuovo album “Eman” (Jackie & Juliet / Artist First), attualmente disponibile in digitale e nei negozi tradizionali (https://artistfirst.lnk.to/Eman).   Il disco è composto da 10 brani scritti dallo stesso Emanuele Aceto. Attraverso un linguaggio diretto l'artista affronta tematiche diverse che analizzano la vita e la società in tutte le sue sfumature. Il sound dei brani identificano lo stile di Eman come un nuovo tipo di cantautorato moderno. Questa la tracklist dell'album: “Danziamo Dentro Al Fuoco”, “Icaro”, “Fiume”, “Giuda”, “Tutte Le Volte”, “Silk”, “Milano”, “Senza Averti Vista Mai”, “3 a.m.”, “Ritorno a Casa (La Ballata di Aldo il Clochard)”.   «La mia carriera è nata sui palchi... Tutto è cominciato da lì. È nella dimensione live, nell'incontro con il pubblico che si rivela la vera essenza della musica e di un musicista. Non vedo l'ora di suonare ed incontrare il mio pubblico, ma soprattutto di eseguire i brani di “Eman”, un disco a cui sono profondamente legato – racconta Eman - Dentro ci sono le parole, le immagini e i concetti che volevo esprimere e che hanno preso corpo e anima grazie alla musica di Mattia (SKG). È un concept album intimo sì, ma di un intimità collettiva.  Nei brani che lo compongono, chiunque può ritrovare un po' del proprio vissuto e osservare e riflettere su uno spaccato del mondo che lo circonda».   Queste le prime date estive del tour estivo di Eman:   sabato 20 Luglio - BORGO A MOZZANO (LU); venerdì 26 Luglio - Orio Center festival, BERGAMO; venerdì 9 agosto- SAN GIORGIO ALBANESE (CS); mercoledì 14 agosto - CORIGLIANO ROSSANO (CS); lunedì 26 Agosto - Bum Bum Festival, TRESCORE (BG)   Ad esclusione delle date di Bergamo e San Giorgio Albanese, l'artista sarà accompagnato sul palco da Mattia Masciari “SKG” (Synth / Deejay), Daniele Greco (chitarre) e Francesco Calabretta (basso).   Eman, all'anagrafe Emanuele Aceto, nasce a Catanzaro. Si approccia alla musica e alla scrittura da giovanissimo e all'età di sedici anni fonda il suo primo gruppo, iDiffida. Qualche anno dopo si avvicina al mondo delle Dancehall e dei Sound System, fondandone uno proprio: Pennywise Crew. Si fa conoscere con lo pseudonimo di Eman, grazie anche agli Open Mic e alle prime canzoni su strumentali giamaicane e francesi. Il brano “Dammi da bere” lo farà conoscere al pubblico di “Myspace” e delle dell'ambiente reggae italiano. L'incontro tra il suo background musicale, il cantato ritmato della Dancehall e le rime del raggamuffin, dà vita al personalissimo stile di scrittura e cantato che caratterizzerà la musica di Eman. La successiva fondazione del collettivo di cantanti, rapper e produttori “Kuanshot Records” e l'inizio della collaborazione con Mattia Masciari “SKG” vedrà l'uscita del suo album autoprodotto “Come Aceto” (2009) e si esibisce in diversi centri sociali e locali lungo tutta la Penisola. Nel 2012 esce il singolo “Insane” prodotto da “SKG”, che segna la svolta musicale e l'apprezzamento generale da parte del pubblico. Nel 2013 pubblica i singoli “Time by time” e “Il mio vizio” (entrambi prodotti da “SKG”) e, a seguire, “L'amore al tempo dello spread”, prodotto da Rosario Critelli “Tano”. Viene notato da Sony Music e la collaborazione con la major darà vita all'album “Amen”, preceduto dai singoli “Giorno e notte” (2015, prod. “SKG”) e “Amen” (2015, prod. SKG). L'album esordisce al 37esimo posto della classifica FIMI e il singolo “Amen” arriva al primo posto della classifica Viral di Spotify. Ad aprile di quest'anno ha pubblicato il suo secondo disco “Eman”, anticipato dai singoli “Icaro”, “Milano”, “Tutte le volte” e “Giuda”, e si è esibito sul palco del Concertone delPrimo Maggio a Roma. Attualmente Eman è in tour in tutta Italia per presentare il suo nuovo disco.  

Dai blog