Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Periscopio, gli eventi vip della settimana

Ivan Rota
  • a
  • a
  • a

La settimana Come sempre, grande successo per la sfilata di Mara Venier per Luisa Viola: come al solito, la conduttrice ha presentato da sola la collezione che disegna da anni. Affollatissima, la sfilata é stata corredata da scroscianti applausi. Un grande successo. Passiamo al cinema.Remo Girone, nuovamente alla ribalta mondiale per l'interpretazione di Enzo Ferrari in 'Le Mans66-La grande sfida' di James Mangold (in corsa per l'Oscar nella categoria Miglior Film) L'attore sara' infatti premiato, venerdì 7 febbraio al TCL Chinese Theatre di Hollywood, in occasione del “Nominees Gala” del ‘ Los Angeles, Italia Festival'. Ad annunciarlo è il premio Oscar Nick Vallelonga, presidente della 15.ma edizione della manifestazione promossa dall'Istituto Capri nel Mondo, col patrocinio del MAECI ed il sostegno del MIBACT in collaborazione con Intesa Sanpaolo.Daniela De Souza sfila per la prima volta a Roma durante la manifestazione AltaRoma dopo tanti anni passati a Milano in quanto compgana del grande ex sovrintendente alla Scala Alexander Pereira ora passato al Maggio Fiorentino. Daniela ha frequentato un corso all'Istituto Marangoni e poi ha aperto a Milano il suo atelier. Daniela De Souza, nella foto con Giorgio Armani, sfila domenica 26 gennaio alle ore 20.30 al Guido Reni District in via Guido Reni 7 a Roma. Per la grande stilista, un successo annunciato. E ancora Francesco Butteri e Sabina Negri a tetaro, il Premio Campione dei City Angels con la marina Daniela Iavarone, mostre, dischi e feste. HOLLYWOOD PREMIA REMO GIRONE PER “FERRARI” Remo Girone, nuovamente alla ribalta mondiale per l'interpretazione di Enzo Ferrari in 'Le Mans66-La grande sfida' di James Mangold (in corsa per l'Oscar nella categoria Miglior Film) L'attore sara' infatti premiato, venerdì 7 febbraio al TCL Chinese Theatre di Hollywood, in occasione del “Nominees Gala” del ‘ Los Angeles, Italia Festival'. Ad annunciarlo è il premio Oscar Nick Vallelonga, presidente della 15.ma edizione della manifestazione promossa dall'Istituto Capri nel Mondo, col patrocinio del MAECI ed il sostegno del MIBACT in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Accompagnato dalla moglie e collega attrice Victoria Zinny, Girone ricevera' il premio ‘L.A., Italia alla Carriera' e subito dopo raggiungera' i colleghi Matt Damon e Christian Bale e il regista del film (titolo originale 'Ford Vs. Ferrari') all'evento pre Academy Awards organizzato dalla 20th Century Fox in onore del cast del kolossal da cento milioni di dollari, tra i maggiori successi della stagione. Girone e la Zinny si aggregano dunque alla delegazione italiana happening del cinema e dell'audiovisivo italiani a Hollywood promosso con la partecipazione di Rai Cinema, Rai Com, Rainbow, Medusa, Iervolino Erntertainment. Nonché del Consolato Generale, l'Ice e l'Istituto di Cultura di Los Angeles. Squadra di artisti che al momento compende il premio Oscar Gabriele Salvatores, Francesca Archibugi, Elisa Amoroso con Chiara Ferragni,  Franco Nero e Clementino. Un appuntamento imperdibile per la comunità italoamericana sulla West Coast che quest'anno festeggerà, con una retrospettiva, gli 80 anni dell'attore   Al Pacino. E che sarà teatro della sfida diretta tra Quentin Tarantino (Once Upon a Time in Hollywood) e Martin Scorsese (The Irishman ). Tra gli altri artisti attesi a LA Italia 2020, i premi Oscar Nick Vallelonga (Green Book), Mira Sorvino (Mighty Aphrodite), Bobby Moresco (Crash), Barry Morrow (Rain Man) insieme a Diane Warren, Eli Roth, David O. Russell e Robert Davi. Louis Vuitton e NBA annunciano la loro partnership globale Louis Vuitton e la National Basketball Association (NBA) annunciano una collaborazione pluriennale e la creazione del primo baule per il Trofeo dell'NBA. La collaborazione rappresenta il primo accordo che Louis Vuitton stringe con una lega sportiva nord-americana. Realizzato a mano nello storico laboratorio di Asnières alle porte di Parigi, il baule è rivestito dall'iconica tela Monogram e decorato con le tradizionali rifiniture in ottone. Il cofanetto rigido, realizzato su misura, ospiterà il Trofeo Larry O'Brien con cui sarà premiata a giugno la squadra vincitrice del campionato NBA.    “Louis Vuitton e NBA sono icone e leader nel loro settore, l'unione delle due promette momenti memorabili, che daranno vita a ricordi storici insieme” dichiara Michael Burke, Presidente e CEO di Louis Vuitton. “Louis Vuitton è stata a lungo associata ai trofei più ambiti del mondo, con questa collaborazione unica la tradizione continua: la vittoria viaggia davvero in Louis Vuitton!”.   “Le finali NBA sono ricordate per giocatori iconici e performance memorabili, che culminano con la presentazione del Trofeo Larry O'Brien,” afferma Mark Tatum, NBA Deputy Commissioner e Chief Operating Officer. “La tradizione, il patrimonio e l'identità di Louis Vuitton creano una sinergia naturale con l'NBA e questa collaborazione è un modo speciale e unico per mostrare il nostro trofeo a tutti i fan del mondo.” NBA e Louis Vuitton scriveranno insieme le storie più accattivanti legate a uno dei più simbolici trofei dello sport ed il suo incredibile compagno di viaggio. Come parte della collaborazione con NBA, la Maison creerà un'annuale capsule collection in edizione limitata, i cui dettagli verranno annunciati prossimamente.   L'annuncio è stato reso noto in vista dell'NBA Paris Game 2020 presentato da beIN SPORTS, che vedrà gli Charlotte Hornets e i Milwaukee Bucks giocare la prima partita di regular-season NBA in Francia il prossimo venerdì 24 gennaio presso l'AccorHotels Arena.   LUCIANO LIGABUE torna live in Europa In attesa di “30 ANNI IN UN GIORNO”, l'evento live in data unica il 12 settembre alla RCF Arena Reggio Emilia (Campovolo), che ha già registrato il sold out con 100.000 biglietti venduti, LUCIANO LIGABUE da aprile tornerà a esibirsi nelle principali città europee con il tour “EUROPE 2020”.   Prima tappa sarà quella del 23 aprile alla Melkweg di Amsterdam a cui seguiranno Londra (il 26 aprile allo Shepherd's Bush Empire), Parigi (il 28 aprile al Bataclan), Bruxelles (l'1 maggio al Cirque Royal), Monaco di Baviera (il 5 maggio alla Muffathalle), Stoccarda (il 7 maggio al LKA Longhorn) e a Barcellona (il 9 maggio al Razzmatazz).   Inoltre, il 19 luglio Ligabue si esibirà a Locarno in occasione del Moon & Stars Festival 2020.   La sfilata di Mara Venier: un trionfo Come sempre, grande successo per la sfilata di Mara Venier per Luisa Viola: come al solito, la conduttrice ha presentato da sola la collezione che disegna da anni. Affollatissima, la sfilata é stata corredata da scroscianti applausi. Un grande successo.       Applausi per Francesco Butteri e Sabina Negri Dopo diverse esperienze nel mondo della pubblicità, della televisione, tra cui la fiction "Non dirlo al mio capo 2", del cinema e divesi corsi di formazione, ecco Francesco Butteri di nuovo a fianco della grande drammaturga Sabina Negri nella splendida piéce "Il Concertone del Gioàn". Francesco Butteri interpreta Gianni Rivera che ebbe un rapporto di conflitto con Gianni Brera. Dopo aver partecipato alla Mostra Cinematografica d'Arte di Venezia, l'attore inizia un nuovo percorso professionale di altos livello.Ora hanno un nuovo progetto su un grande ptotagonista del cinema italiano, progetto ancora top secret. Nella foto, Sabina Negri e Francesco Butteri. Daniele Frontoni: il genio (non solo) della pizza Daniele Frontoni , nella foto, è il pizzaiolo più tatuato che mai si sia visto.Nipote, da parte di padre, di uno dei capostipiti della famiglia Frontoni, fornai a Roma dagli anni Venti (oggi alla quinta generazione) e, da parte di madre, dell'attore Enzo Cerusico, è riuscito a coniugare la professione di pizzaiolo con la predisposizione all'arte. Un anno e mezzo fa ha aperto la sua pizzeria. Lo ha fatto incastonandola  in un centro culturale polivalente di circa 4000 metri quadrati complessivi, distribuito su più piani, con una terrazza immensa, forse la più grande di Roma che affaccia sull'Acquedotto Claudio. Un'esperieza unica. Ricordiamo che Daniele é nipote di Angelo Frontoni, uno dei più grandi fotografi di scena e ritrattisti, conosciuto anche come "il fotografo delle dive". Anche per questo il locale é affollato da vip. Daniela De Souza: un'artista della moda Daniela De Souza sfila per la prima volta a Roma durante la manifestazione AltaRoma dopo tanti anni passati a Milano in quanto compgana del grande ex sovrintendente alla Scala Alexander Pereira ora passato al Maggio Fiorentino. Daniela ha frequentato un corso all'Istituto Marangoni e poi ha aperto a Milano il suo atelier. Daniela De Souza, nella foto con Giorgio Armani, sfila domenica 26 gennaio alle ore 20.30 al Guido Reni District in via Guido Reni 7 a Roma. Per la grande stilista, un successo annunciato.     “IMPRESSIONISTI SEGRETI” In occasione della mostra record di visitatori Impressionisti Segreti prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia a Palazzo Bonaparte di Roma fino all'8 marzo e che ad oggi ha registrato un pubblico di oltre 120.000 presenze, Ballandi e Nexo Digital presentano nelle sale cinematografiche il 10, 11 e 12 febbraio il docu-film prodotto da e diretto da Daniele Pini, ideato per raccontare la rivoluzione artistica del movimento impressionista attraverso cinquanta tesori solitamente nascosti e oggi esposti per la prima volta a Roma. Conservando il biglietto della mostra “Impressionisti Segreti” (Palazzo Bonaparte di Roma fino all'8 marzo) e presentandolo alla biglietteria del cinema è possibile avere una riduzione sul costo del biglietto per la visione durante i 3 giorni di programmazione (*). Inoltre conservando il biglietto della proiezione al cinema del docu-film e presentandolo alla biglietteria di Palazzo Bonaparte è possibile vedere la mostra a tariffa ridotta (**).   IL DOCU-FILM Come guardavano il mondo gli impressionisti? Che rapporto avevano con la tecnica, con il colore, con la luce e con l'universo di forme che componeva la realtà davanti ai loro occhi? Come furono accolte le loro opere? Come sono passate dall'essere rifiutate da critica e pubblico a diventare in pochi anni tra le più amate nel mondo? Per scoprirlo, il docu-film ideato per raccontare la rivoluzione artistica del movimento impressionista attraverso cinquanta tesori solitamente nascosti e oggi esposti per la prima volta a Roma fino all'8 marzo a Palazzo Bonaparte, in occasione della mostra. Impressionisti segreti è un viaggio immersivo all'interno dell'intimità degli impressionisti e dei loro quadri che si propone di offrire una visita "privilegiata" che stimoli la curiosità degli spettatori e regali loro una prospettiva sulle opere complementare all'esperienza dal vivo, permettendo agli spettatori in sala di immergersi nel lavoro dei pittori e coglierne dettagli inediti. Le due curatrici della mostra - Claire Durand-Ruel (storica dell'arte esperta di Camille Pissarro e pro-nipote del celebre mercante d'arte Paul Durand-Ruel) e Marianne Mathieu (esperta di Berthe Morisot e direttrice scientifica delle collezioni del Musée Marmottan Monet di Parigi) - accompagneranno gli spettatori in un percorso articolato, dove immagini di ampio respiro troveranno il loro contrappunto ideale nelle analisi compiute da esperti, storici, artisti e altre figure legate al mondo della pittura moderna e della cultura visuale. I quadri della mostra, opere di Manet, Caillebotte, Monet, Berthe Morisot, Cézanne, Sisley, Signac, saranno sia il punto di partenza che quello di arrivo nell'approfondimento dei percorsi dei singoli autori e delle peculiarità del movimento. All'interno del film troveranno spazio anche il racconto dell'allestimento della mostra e quello dell'inaugurazione, un focus su Palazzo Bonaparte, luogo di grande fascino che aprirà per la prima volta le sue porte agli spettatori per quest'occasione speciale, e un approfondimento sulle figure del curatore e del collezionista, per porre l'accento sui molteplici aspetti del lavoro che ha portato alla realizzazione dell'ambizioso progetto Gli Impressionisti segreti.   Attraverso un approfondimento che è anche una confessione intima, verranno evocati i caratteri più riservati e meno noti degli impressionisti, anche grazie agli interventi di esperti come gli storici dell'arte Alain Tapié e Sergio Gaddi, la scrittrice e saggista Melania Mazzucco, il fotografo e regista Fabio Lovino, l'artista Giuliano Giuman e il collezionista Scott Black.   La Grande Arte al Cinema è un progetto originale ed esclusivo di Nexo Digital.   Nel 2020 la Grande Arte al Cinema è distribuita in esclusiva per l'Italia da Nexo Digital con i media partner Radio Capital, Sky Arte e MYmovies.it e in collaborazione con Abbonamento Musei.   LA MOSTRA La mostra ospitata a Palazzo Bonaparte, spazio Generali Valore Cultura, fino all'8 marzo è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia, gode del patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, dell'Ambasciata di Francia in Italia e della Regione Lazio. È realizzata in collaborazione con l'Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale, ed è sostenuta da Generali Italia attraverso Valore Cultura, il programma per rendere l'arte e cultura accessibili a un pubblico sempre più ampio. Special partner della mostra è Q8. L'evento rientra nel progetto “L'Arte della solidarietà”, realizzato da Susan G. Komen Italia e Arthemisia, insieme per portare bellezza anche nelle vite delle persone meno fortunate.   PALAZZO BONAPARTE Palazzo Bonaparte, splendido edificio barocco in Piazza Venezia che prende il nome da Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone, che vi abitò fino al 1836. Da sempre utilizzato come residenza privata, diventa accessibile al pubblico grazie alla partnership tra Generali Italia e Arthemisia.   CITY ANGELS: cerimonia di consegna del "Premio Campione".   Un riconoscimento a “campioni” di solidarietà, legalità e civismo: è il Premio Campione, organizzato dai City Angels e giunto alla diciannovesima edizione. I 10 vincitori sono stati scelti da una giuria composta dai direttori di 19 prestigiose realtà dell'informazione italiana: in ordine alfabetico, Affaritaliani.it, Ansa, Avvenire, Corriere della Sera, Famiglia Cristiana, Fanpage, La Gazzetta dello Sport, Il Giornale, Il Giorno, Leggo, Libero, Metro, Milano Today, Milano Tomorrow, Radio Lombardia, La Repubblica, TgCom24, Tgr Rai, Wikimedia. Un undicesimo vincitore è il “Campione della gente”, scelto online da decine di migliaia di clienti di Coop Lombardia tra una rosa di 10 nomi.  Il riconoscimento cadetto, conferito nella stessa occasione, è il Premio Campioncino, che va a scuole che si sono distinte per il loro impegno sociale.   Questo “Oscar della bontà” consiste in una statuina che rappresenta un uomo con un grande cuore in mano. All'inizio del Premio Renato Mannheimer di Eumetra Mr illustrerà i risultati di un sondaggio tra gli italiani su chi sia, secondo loro, i personaggio che più fa del bene. La cerimonia di consegna del Premio avrà luogo nella Sala Alessi di Palazzo Marino, in Piazza Scala 1, giovedì 30 gennaio alle 11,30, alla presenza di varie Autorità istituzionali tra cui l'Arcivescovo di Milano, Mario Delpini, gli Assessori comunali Pierfrancesco Maran e Gabriele Rabaiotti, l'Assessore regionale Melania Rizzoli, il Provveditore agli Studi Marco Bussetti, il Generale dei Carabinieri Antonio De Vita, il Prefetto di Lodi Marcello Cardona e il Presidente dell'Atm Luca Bianchi. Sul palco la Madrina dei City Angels, Daniela Javarone, il Presidente onorario Bruno Bella e i testimonial Enrico Beruschi, Beppe Carletti, Ivan Cattaneo, Stefano Chiodaroli, Gabriele Cirilli, Maurizio Colombi,  Nino Formicola, Alberto Fortis, Oscar Giammarinaro, Leonardo Manera e Rosmy. Conduce la cerimonia Jo Squillo. Il Premio gode del patrocinio di: Comune di Milano, Regione Lombardia, Associazione Nazionale Magistrati, Agenzia delle Entrate, Ordine degli Avvocati, Comunità ebraica, Rotary Club e Lions Club. I City Angels, volontari di strada d'emergenza, sono stati fondati a Milano nel 1994 da Mario Furlan, docente universitario di Motivazione e crescita personale. Oggi sono presenti in 19 città italiane e in due città svizzere, con 600 volontari, di cui oltre il 50% donne. A Milano i City Angels gestiscono due e centri d'accoglienza per senzatetto. E in questi giorni di grande freddo lanciano un appello ai milanesi a far loro avere coperte, sacchi a pelo e vestiti da uomo per i senza fissa dimora.   WESTWING & LOVE THERAPY con AMARCORD Si chiama Niño ed è la lampada che nasce dall'incontro tra LoveTherapy e Amarcords. Il nanetto icona del marchio creato da Elio Fiorucci nel 2003, al cui timone oggi è la sorella del grande stilista, Floria Fiorucci, si fa portatore non solo di luce ma anche di messaggi d'amore. Un progetto speciale, che debutta alla vigilia di San Valentino, voluto da Floria e da Marco Avarello, cofondatore e amministratore delegato di Amarcords, giovane azienda di illuminotecnica nata nel 2015, che ha già archiviato tanti progetti di successo. Floria Fioriucci, che è sempre stata partecipe del lavoro creativo di Elio, della sua vita e della sua passione per scoprire ‘il nuovo', ricorda che con Amarcords “è stato un incontro molto speciale. Trovo molto stimolante il confronto con l'estro e la creatività che scaturisce da esperienze diverse. Insieme a Marco Avarello e al suo team, è stata progettata questa lampada da tavolo che abbiamo voluto chiamare Niño. Esprime emozioni e stati d'animo attraverso una lampadina 'led' e corpo in ceramica. Per me è importante che gli oggetti siano belli e sinceri, Niño emoziona il cuore con i suoi messaggi”.   Gianna Moise all'Hotel de la Poste Dal 30 gennaio al 3 febbraio 2020, la nuova lounge dello storico Hotel de la Poste di Cortina d'Ampezzo ospiterà Heart to Heart, opera della nota artista milanese Gianna Moise. L'hotel, riconosciuto "Locale storico d'Italia", situato nel cuore della Regina delle Dolomiti è da sempre luogo di ritrovo della mondanità ampezzana. La storia, le tradizioni e l'accoglienza sono elementi che traspaiono chiaramente nella cura dei dettagli presenti in ogni angolo dell'hotel e si respirano soprattutto all'interno della  meravigliosa lounge, diventata in poco il nuovo punto di riferimento per l'aperitivo e il dopocena ampezzano. Gianna Moise è un'artista poliedrica riconosciuta a livello internazionale per le sue opere in vetro, bronzo e materiali ecosostenibili. La scultura in bronzo HEART TO HEART è di recente stata esposta presso la Saatchi Gallery a Londra. Mariapaola Negri: "arrenger" una nuova professione La nuova professione di “arranger”. Intervista a Mariapaola Negri. La figura dell'”arranger”, già ben consolidata nel mondo finanziario, sta espandendosi in altri settori collegati al mondo dell'economia Laureata in Giurisprudenza, Mariapaola Negri fin da subito ha capito che la sua vocazione non era quella di diventare avvocato. Sì, entrare nel mondo degli studi legali era il suo sentiment, ma in realtà per fornire ai professionisti un servizio innovativo e ancora poco noto in Italia, quello di “ arranger”, cui è arrivata nel tempo con determinazione e grande impegno. MARIAPAOLA NEGRI All'inizio la sua carriera è stata molto formativa, partendo dalla “gavetta”, ovvero da quando, studentessa universitaria, si occupava della vendita dei surgelati Bofrost. Per dirla con le sue stesse parole, questo è stato per lei  “un grande insegnamento di vita dal punto di vista di filtro commerciale delle telefonate”.   Chiediamo a Mariapaola Negri quali sono state le sue principali esperienze lavorative   “Dopo l'università ho seguito uno stage per un importante network di agenzie di viaggio e tour operator nel settore dei viaggi studio e della formazione professionale all'estero, partecipando così fattivamente a progetti europei di mobilità per studenti e adulti, oltre a fornire consulenza per viaggi incentive, aziendali e leisure. Negli ultimi 10 anni, l'attività alla quale mi sono dedicata maggiormente è stata l'outplacement, ovvero l'unico servizio di consulenza professionale che supporta la persona in tutte le fasi della ricerca attiva del lavoro, fino al nuovo inserimento nel mondo del lavoro”. LE RELAZIONI DI ALTO PROFILO Una gavetta funzionale che ha portato da quel momento Mariapaola Negri a concentrare il suo lavoro sull'area commerciale e delle pubbliche relazioni d'azienda. Fioriscono così le sue relazioni sia dal punto di vista di amministrazioni pubbliche con enti di riqualificazione come AISO (Associazione Italiana Società di Outplacement) e network di settore come Federmanager (un'associazione di categoria che rappresenta manager con alte professionalità nei settori beni e servizi) e tutte le associazioni di categoria di direzione del personale. Nomi come Manageritalia, AIDP, ecc. Il suo compito, in collaborazione con le istituzioni sindacali, è stato quello di prendere in mano gli esuberi durante le riunioni operative sindacali per accompagnarli nel mondo del lavoro. "Proprio dedicandomi all'outplacement ho avuto l'opportunità di avere svariate interazioni con persone che mi conoscevano direttamente, ovvero, con la vera e propria ossatura della consulenza” ci confida Mariapaola Negri. LA FIGURA DELL'ARRANGER In generale il termine “arranger” nel modo finanziario indica il coordinatore degli aspetti organizzativi di un'operazione di finanziamento complessa (ad es. acquisition finance o corporate finance) così come, in alcuni casi, chi può influenzare decisioni di investimento in mercati, aree geografiche, settori, ecc. Si tratta insomma del soggetto "organizzatore" di specifiche operazioni: in prevalenza finanziarie, ma non solo. LE OPPORTUNITA' Ad oggi Mariapaola Negri è una “ arranger” per svariati studi legali a seconda del core business dello studio. Per chiarire meglio il termine, le chiediamo in che cosa consista questa specifica sfaccettatura della sua professione. “Un arranger, come lo intendo io, è la figura di consulenza di uno studio, in questo caso legale o di affari, che ha il compito di intercettare delle opportunità portandole all'interno della azienda a seconda del proprio core business. Il mio compito specifico attualmente è quello di occuparmi degli UTP (Unlikely-to-pay) e degli NPL (Not-performing-loans) inserendo i migliori studi legali nell'orbita delle banche, promuovendo così il loro ruolo di fornitori di servizi, che possono andare dalla vendita all'acquisizione di portafogli, alla due diligence oppure altri servizi legati al credito”. UNA LOBBY INNOVATIVA Instaurando questo tipo di processo, Mariapaola Negri è entrata recentemente in attività con una lobby nascente, a livello europeo, il cui primo tavolo sarà tutto concentrato sugli Unlikely-to-pay, in grado di coinvolgere alcune realtà di alto spessore. Questo sarà il primo esempio di lobby italiana in linea con l'ideologia anglosassone delle lobbies comunitarie, ed avrà lo scopo di ottenere risultati concreti a Bruxelles su specifici temi, conformemente alla normativa europea su UTP e altri aspetti collegati. UNA BUSINESS LINE In questo momento uno degli obiettivi primari che sta perseguendo Mariapaola Negri è quello di mettere insieme molte associazioni al fine di costruire una sorta di  business line interna, a seconda delle varie categorie, e mettere così in contatto dei front composti da una o più aziende (chiamiamoli “ambassadors”) per affrontare insieme problemi, proporre soluzioni, valorizzare le positività e giungere a richieste coordinate nei confronti di Bruxelles. GLI SVILUPPI FUTURI Ma c'è di più: Mariapaola Negri, insieme all'Università di Padova, sta creando la possibilità di organizzare un corso per lobbisti, calibrato sulle esigenze delle varie facoltà. E si parla anche di un nuovo network di professionisti da lanciare a livello europeo. Ne tratteremo presto in una prossima intervista.

Dai blog