Cerca

Toghe rosse al lavoro

Ecco chi indaga a Napoli su Berlusconi
Woodcock, mister 210 archiviazioni

Il pm ha guidato le indagini sul Vipgate, su appalti truccati, su Vittorio Emanuele, su Gasparri e tanti altri. Risultato? Un buco nell'acqua.

28 Febbraio 2013

29
Ecco chi indaga a Napoli su Berlusconi
Woodcock, mister 210 archiviazioni

Herry John Woodcock è in prima linea contro il Cav. E' lui che guida l'inchiesta della procura di Napoli sui presunti tre milioni di euro pagati da Silvio per convincere Sergio De Gregorio a passare con gli azzurri nel 2006. Woodcook ha sempre portato avanti inchieste "spettacolari", grandi nomi sotto torchio, ma poche condanne. La sua carriera da pm è scandita da un record di archiviazioni e assoluzioni. Durante la sua attività ha fatto arrestare 210 persone, quasi 15 all'anno se si considera il 1996 come anno del debutto in procura. Stile e look da perfetto britannico, Woodcock è il pm del "Vipgate". A Potenza nel 2003  parte l’indagine: 78 indagati, fra cui Tony Renis e due ex ministri Maurizio Gasparri e Antonio Marzano. Le accuse sono pesanti: associazione per delinquere, turbativa d’appalto, estorsione, corruzione e favoreggiamento. Risultato? Il giudice respinge gli arresti e dichiara l’incompetenza di Potenza. Poi Roma archivia. 

Mister archiviazioni -
Nel 2006 il pm Woodcook ottiene l’arresto di Vittorio Emanuele e di altre sette persone. Mix diabolico di accuse: corruzione, falso, sfruttamento della prostituzione. Come è andata a finire? Nel marzo 2007 la procura di Como, dove arriva l'inchiesta per competenza territoriale, chiude con un’archiviazione. Altro giro, altra corsa. E' il 2004, Woodcook ipotizza  brogli negli appalti lucani. Scatta l'arresto per 51 persone, tra cui anche politici di Forza Italia, Ds e Udeur. L'’accusa: associazione mafiosa. Anche questa volta il tribunale del Riesame annulla tutto e brucia il lavoro di Woodcock

Cambi mestiere -
Nel 2006 Gianfranco Fini disse di lui: "Woodcock è un signore che in un paese serio avrebbe cambiato già mestiere". Non l'ha fatto e ora indaga su Berlusconi. Tempismo perfetto, considerando che il Cav è reduce da un successo elettorale quasi miracoloso. Fini è rimasto fuori dal parlamento e ora dovrà cecare un'altra occupazione. Woodcock è sempre al suo posto. La politica risponde agli elettori. La magistratura a nessuno. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    24 Ottobre 2013 - 00:12

    Gasparri attacca. E chi é costui il trasteverino che ha bisogno dell'interprete per farsi capire? Vaffa..

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    05 Marzo 2013 - 19:07

    sarebbe già stato licenziato per scarso rendimento!

    Report

    Rispondi

  • Giuseppe da Milano

    05 Marzo 2013 - 15:03

    Concordo con i post sino al 25 che ho letto, però aggiungo che se andassimo a denunciare questi personaggi, in particolare la rossa e compagine di Milano, per distrazione di denaro pubblico " i loro stipendi vengono pagati dalle nostre tasse,imposte e contributi" magari potremmo fare qualcosa di buono.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

"È intelligente e preparato". Silvio lancia il Draghi premier: "Se fosse disponibile..."

Matteo Salvini: "Se a qualcuno non piacciono presepio, crocefissi e campanili torni a casa propria"
Beppe Grillo arriva al secondo giorno di Italia 5 Stelle lanciando baci ai giornalisti
Matteo Salvini attacca gli ex alleati: "Il M5s si vergogna a farsi vedere nelle piazze in Umbria"

media