Cerca

Sputtanato in aula

Pietro Grasso, il falso clamoroso sui suoi documenti. Beccato, quando è nato davvero: "È vero, io..."

24 Dicembre 2017

1
Pietro Grasso, il falso clamoroso sui suoi documenti. Beccato, quando è nato davvero: "È vero, io..."

Aleggia uno strano mistero intorno al presidente uscente del Senato, già candidato premier della sinistra, Pietro Grasso. Il suo vice, il leghista Roberto Calderoli, riporta il Giornale, ha fatto un'inquietante scoperta nei registri di palazzo Madama a proposito della data di compleanno di Grasso. Da quei libri risulta che il presidente sia nato il 1 gennaio 1945 a Licata, in provincia di Agrigento. Eppure quel giorno sarebbe un falso clamoroso.

L'ex ministro leghista ha svelato con un colpo di teatro la balla, intervenendo al microfono per annunciare il compleanno del presidente e scatenando l'applauso perplesso dei colleghi senatori. Il tutto è successo il 23 dicembre, i conti quindi non tornavano a tanti, finché lo stesso Grasso ha svelato l'arcano: "È un falso di cui non rispondo - ha detto ringraziando - A quei tempi, subito dopo la guerra c'era la possibilità di guadagnare un anno ai fini della chiamata alle armi... I nostri nonni - ha proseguito - erano così impressionati dalla guerra che hanno cercato di rivelarmi il 1 gennaio 1945 pur essendo nato il 23 dicembre 1944. In realtà, prematuro...". Il giallo si infittisce anche sul nome, visto che per gli amici Grasso è sempre stato "Piero".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cane sciolto

    26 Dicembre 2017 - 22:02

    Azz se questa notizia e vera e da Apocalisse! un Magistrato! un presidente della Camera che dovrebbero dare il buon esempio! Mamma mia che gente abbiamo al Governo e in Magistratura! ALLUCINANTE!!! io da persona onesta mi sarei già dimesso! perrò sempre da persona onesta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

Matteo Salvini: "Io, presunto criminale, a febbraio scoprirò se andrò a processo oppure no"

Vito Crimi
"Indegno, inaccettabile, oscurantista". La violenza di Giuseppe Conte, colata d'insulti a Salvini / Video
Emilia Romagna, Stefano Bonaccini s'infuria con la sicurezza: "Basta, fate solo casino. Sto parlando in tv"

media