Cerca

legnata

Pensioni, Nicola Porro: la quota 100 e le bufale sul lavoro

13 Ottobre 2018

3
Nicola Porro

Il governo con quota 100 aiuterà 400mila lavoratori che avranno diritto alla pensione. Ma la gran parte sono dipendenti pubblici. Nicola Porro su il Giornale spiega che non è ancora chiaro "se nei 38 anni di contributi si possano calcolare anche i contributi figurativi, ad esempio quelli corrisposti nei periodi di cassa integrazione. Era una proposta, per rendere la quota meno cara, di Alberto Brambilla. Se così fosse, i lavoratori del privato potrebbero saltare l'asticella con maggiore difficoltà rispetto ai pubblici, garantiti dal posto fisso".

Leggi anche: "Finiremo come Renzi e la Boschi". Dopo lo spread, il terrore di Lega e M5s


 
Il governo giallo-verde sostiene che i 400mila che andranno in pensione, saranno sostituiti da 400mila giovani che troveranno lavoro ma secondo Porro questa previsione "non ha fondamento scientifico e si basa su una semplificazione che può fare solo chi non ha mai lavorato in un'impresa. Questo ragionamento di «uno sostituisce uno» vale solo per i politici". perché nelle imprese private non funziona così.

Una seconda mossa politica è che non ci sarà più "povertà" grazie al reddito di cittadinanza. Ma anche qui, nota Porro, "purtroppo le cose non sono così semplici. E questa macchina infernale si regge su una montagna di debiti che abbiamo fatto e che continueremo a fare".  Il futuro del sistema pensionistico è scritto, conclude Porro: "Pensione di cittadinanza, più o meno per tutti, indipendentemente dai contributi versati".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pttfabrizio@gmail.com

    pttfabrizio

    13 Ottobre 2018 - 15:03

    è si, 38 anni di contributi, di cui 5 universitari, cioè figurativi, 1 di naia, figurativo anche quello, 2-3 di cassa integrazione alitalia o altro, con poco più di 20 ANNI di lavoro qualcuno va ancora con la baby pensione, mentre noi che abbiamo fatto l'talia, senza università perché non si poteva all'epoca, ci dobbiamo accontentare dei 43 anni di contributi belli pieni, solo il doppio è TUTT'OK

    Report

    Rispondi

  • Obrigado41

    13 Ottobre 2018 - 14:02

    Un altra porcata da quel comunista statalista di Di Maio e da quel venduto di Salvini che dice prima gli Italiani ma chi lavora come me da 40 e con 70% di invalidità devo arrivare a 44 se ce la faccio dopo 4 infarti. Fate schifo!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • Boremetti

    Boremetti

    13 Ottobre 2018 - 12:12

    Porro svela la sua vera natura. Di liberista al servizio dell Europa tecnocatre

    Report

    Rispondi

media