Cerca

Il commento

Aldo Grasso: "Perché SkySport tiene ancora Massimo Mauro?"

Il critico del Corsera apre il fuoco contro il commentatore dell'emittente satellitare: "La vera domanda è perché se lo tengono ancora"

1 Novembre 2013

13
Aldo Grasso e Massimo Mauro

Aldo Grasso e Massimo Mauro

Un appello: licenziate Massimo Mauro. A suggerire la drastica soluzione non è un dirigente Sky, non è neppure un tifoso esasperato dalle performance televisive dell'ex calciatore. La pesante "condanna" è quella vergata da Aldo Grasso, lo spietato critico televisivo del Corriere della Sera. Spesso pungente, ancor più spesso pronto a stroncare (quasi) tutti, questa volta Grasso alza il livello dello scontro. A partire dall'incipit del suo commento: "Le grandi domande sono cambiate. Chissà se nello spazio siamo soli oppure c'è qualcuno che non vediamo... alieni... Ma la vera domanda è: perché SkySport si tiene ancora Massimo Mauro?".

Il massacro - Ex deputato dell'Ulivo, attualmente iscritto ai comunisti di Marco Rizzo, ex presidente del Genoa ed ex compagno di squadra di Maradona, Zico e Platini, Massimo Mauro è uno dei volti celebri del calcio Sky, sempre al fianco di Ilaria D'Amico sulla televisione satellitare. Grasso dà voce all'esercito di detrattori di Mauro, lo bastona senza pietà: "E' il commentatore più indisponente che ci sia, arrogante, tendenzioso, furbetto e sommo paraguru". Per avvalorare le sue tesi la penna del Corsera snocciola una serie di eventi, da quando "è stato strafottente nei confronti di Andrea Della Valle", finendo "in un vicolo cieco e poi non sapeva come uscirne, se non con boriosità". Poi Grasso ricorda quando Mauro definì "psicolabili" i giocatori di una squadra che prende troppi gol, e si chiede: "Spero conosca il peso delle parole, anche se ho qualche dubbio".

"Che lo tenete a fare?" - L'elenco redatto di Aldo Grasso continua. Si passa alla partita di Champions League tra Real Madrid e Juventus, quando Mauro "ha parlato a senso unico, sempre contro le Merengues", con "osservazioni che dire faziose è poco. Passi la partigianeria - ecco un nuovo missile terra-aria -, ma ciò che in lui è intollerabile è la banalità". Il critico televisivo del Corsera si pone un'altra, feroce, domanda: "Con tutti i soldi che Sky spende per i diritti sportivi, perché rovina tutto con Massimo Mauro?". Grasso elenca i giornalisti e le voci "preparate" dell'emittente, da Luca Marchagiani ad Ilaria D'Amico. Peccato però che poi Sky "rovina tutto con il sorrisetto esasperante di Massimo Mauro".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • duslu45

    10 Marzo 2015 - 15:03

    Ha ragione Grasso, è ignorante, presuntuoso ed ha la spocchia di chi pensa di essere più furbo degli altri invece detiene solo un immensa pochezza. Se penso che ha ricoperto anche il ruolo di dirigente mi sento raggelare il sangue, purtroppo l'italiano medio più in la del suo naso non guarda per questo c'è poco da lamentarsi lo reputa anche figura capace......... che tristezza!!!!!

    Report

    Rispondi

  • nellomaceo

    10 Marzo 2015 - 14:02

    Grasso,ma che minchia capisce di calcio..........lasciatelo delirare..........

    Report

    Rispondi

  • marco53

    08 Dicembre 2013 - 19:07

    In effetti non brilla certo nè come imparzialità, nè come capacità dialettica. E' veramente poca cosa, anche intellettualmente e come sagacia calcistica. E' stato un buon giocatore del suo tempo, ma più che juventino non è mai stato altro. Anch'io mi sono chiesto tante volte da chi è raccomandato, per stare lì a fare il commentatore!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media