Cerca

Ricordi

Antonio Di Pietro e Borrelli, lo scontro segreto: "Ti faccio buttar giù dalle scale". Pm svergognato dal capo

21 Luglio 2019

0
Antonio Di Pietro e Borrelli, lo scontro segreto: "Ti faccio buttar giù dalle scale". Pm svergognato dal capo

Tra i tanti aneddoti su Francesco Saverio Borrelli all'indomani della sua scomparsa, spiccano quelli sul rapporto, teso, con Antonio Di Pietro. Il primo, procuratore capo di Milano ai tempi di Tangentopoli (scomparso sabato a 89 anni) era la mente di Mani Pulite, il secondo il braccio (armato). Per bilanciarne l'impulsività, Borrelli affianco al giovane Torino magistrati esperti come Gherardo Colombo e Piercamillo Davigo, ma dopo molti screzi e divergenze la rottura ufficiale arrivò il 6 dicembre 1994, quando Di Pietro lasciò a sorpresa la toga subito dopo l'invito a comparire spedito in diretta mondiale a Silvio Berlusconi. Una scelta, scrive il Corriere della Sera, accolta con rabbia da Borrelli.   



Non solo Di Pietro "aveva taciuto al pool di essere sotto scacco di Previti per un prestito dall'assicuratore Gorrini, ma aveva poi anche lasciato intendere ai vari politici che lo corteggiavano di essere stato quasi costretto dai colleghi a indagare Berlusconi". Borrelli, riporta il Corsera, gli chiese conto di questa versione prima in una "burrascosa telefonata" ("Non venire più in Procura perché ti faccio buttar giù dalle scale se non fai immediatamente il tuo dovere" di smentire) e poi nel 1996 testimoniando in Tribunale a Brescia. Di Pietro, disse, aveva assicurato ai colleghi di voler interrogare lui stesso in aula Berlusconi: "Ci vado io e quello lo sfascio". Non andò così.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Matteo Salvini brutale sulla Boschi e Renzi: "Disposto a tutto ma mai con loro due"

Ong, Mediterranea si esercita in vista del ritorno in mare: altri sbarchi in arrivo?
Crisi di governo, Mattarella: "Altro tempo ai partiti per trovare un'intesa"
Luigi Di Maio, ovazione dei Cinque stelle al suo arrivo all'assemblea dei gruppi pentastellati

media