Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paolo Gentiloni a Otto e mezzo, Lilli Gruber lo punzecchia e lui resta senza parole: "Non so perché dice così"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Serata difficile per Paolo Gentiloni a Otto e mezzo. L'ex premier, oggi Commissario Ue agli Affari economici, deve rispondere anche del caos al Nazareno e della scissione con Italia Viva. Proprio Matteo Renzi, l'uomo che sedeva prima di lui a Palazzo Chigi e con cui per qualche anno ha guidato i dem, è oggi la spina nel fianco del governo anche su questioni cruciali come l'Ilva. Leggi anche: "Se resto nel Pd?". Gentiloni non fa in tempo a parlare: Damilano lo sfotte Il leader di IV ha peraltro criticato gli accordi presi a suo tempo tra la multinazionale indiana Arcelor Mittal, oggi in fuga, e il governo presieduto proprio da Gentiloni, con Carlo Calenda ministro dello Sviluppo. Quando Lilli Gruber gli chiede conto di quelle critiche, l'amarezza di Gentiloni è evidente: "Non lo so perché dice queste cose, l'accordo era buono, il paese ora deve rimanere unito". Speriamo che "il Paese" non imiti il Pd.

Dai blog