Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Antonio Razzi, gli telefona Silvio Berlusconi: la telecamera nascosta delle Iene, finisce malissimo

Maria Pezzi
  • a
  • a
  • a

Lo scherzo delle Iene ad Antonio Razzi, ex parlamentare di Forza Italia, raggiunge vette di sadismo senza limite. Il 26 gennaio, alcuni giorni prima della presentazione delle liste, un imitatore di Silvio Berlusconi ha telefonato a Razzi, si è scusato con lui ed ha fissato un appuntamento: “Ci vediamo domenica a colazione”. Il politico ha accettato di buon grado non immaginando che quello che lo attendeva sarebbe stato un vero e proprio "viaggio della speranza". Due giorni dopo, Razzi prende l'aereo e da Roma vola a Linate dove ad attenderlo c'è una macchina che ha il compito di accompagnarlo dritto da Berlusconi. Una volta arrivato ad Arcore, però,  riceve una telefonata inaspettata. È il finto Cavaliere che gli annuncia che è dovuto "scappare" sul Lago Maggiore e gli chiede di raggiungerlo. Razzi accetta ma il viaggio finisce per allungarsi sempre più, perché l'imitatore di Berlusconi non fa altro che telefonargli e cambiare la location dell'incontro. L'ex senatore non molla ma, com'è normale che sia, sembra infastidito dalla situazione. Guarda lo scherzo ad Antonio Razzi delle Iene Passa tutta la giornata in auto e percorre la bellezza di 1000 chilometri per incontrare…nessuno. Una tristezza senza pari.  Una volta tornato a Milano Linate, Onnis e Corti gli corrono incontro, gli rivelano che si tratta di uno scherzo e gli presentano il finto Berlusconi, l'uomo con cui ha parlato al telefono. Antonio Razzi non si arrabbia, ci ride su ma confessa: “Sono rimasto senza parole, però f…o non sono! Questo se lo possono mettere in testa tutti”, precisa infine. 

Dai blog