Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Luigi Di Maio reagisce così al referendum taglio dei parlamentari: "Ma vaffanc***", sposta la sedia e se ne va

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Una reazione stizzita, alla Beppe Grillo: "Ma vaffanc***". In prima pagina sul Tempo Luigi Di Maio reagisce così, senza censure, alla notizia del referendum sul taglio dei parlamentari che mette a rischio la misura-bandiera del Movimento 5 Stelle. Reazione immaginata da Osho, nella sua foto satirica che vale spesso più di un editoriale, ma decisamente verosimile. Leggi anche: "Non ho paura di niente, ma quando deciderà il popolo?". Meloni, atto d'accusa Il paradosso è che lui, ripreso al termine di una puntata di Otto e mezzo in cui era ospite di Lilli Gruber in studio, si alza dalla sedia e se ne va, mentre molti parlamentari, se la riforma venisse bocciata alle urne, alla poltrona resterebbero attaccati. Anzi, attaccatissimi. E non basterebbe un Vaffaday di quelli vecchi (roba da far impallidire le sardine di oggi) a scollarli dal Palazzo.

Dai blog