Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Luigi Bisignani: "Giuseppe Conte e Rocco Casalino, la comunicazione sotto la regia del Grande Fratello"

  • a
  • a
  • a

Luigi Bisignani entra a gamba tesa su Giuseppe Conte e Rocco Casalino, definiti la “coppietta che scoppia”. L’ex giornalista scrive sulle colonne de Il Tempo per ricordare che ai tempi della Prima Repubblica, “quando la comunicazione di Palazzo Chigi non veniva gestita sotto la regia del Grande Fratello, i documenti riservati non uscivano mai e poi mai prima di essere firmati”. Bisignani evidenzia che innanzitutto i governi di allora “si caratterizzavano per l’autorevolezza del presidente del Consiglio, capace di trovare una sintesi politica in situazioni di emergenza”.

Mentre il premier Conte “proprio per mancanza di esperienza sia politica che di governo ci ha imposto l’aberrante formula ‘salvo intese’. Il Quirinale avrebbe dovuto censurare da subito quella che è diventata un’ignobile prassi consolidata foriera di incertezze e instabilità”. Inoltre Bisignani ricorda che nella Prima Repubblica gli uffici di Palazzo Chigi “se dovevano mandare bozze in giro, usavano le piccole accortezze del buon padre di famiglia: in primo luogo, mai carta intestata né date, né tantomeno le premesse. Solo gli articolati senza elencazione e per ogni destinatario una parola diversa”. In questo modo era facile “trovare subito il colpevole di un’eventuale fuga di notizie. Ma il premier Conte, che vive e governa in questi tempi social, dopo due anni e due governi non ha imparato neppure questo. E così - chiosa Bisignani - il suo Rocco Casalino continua ad impazzare, sentendosi ancora dentro un reality. Purtroppo per noi, però, non siamo all’Isola dei famosi”. 

Dai blog