Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Andrea Bocelli, dopo le scuse l'attacco della Maglie: "Famoso e milionario, un po' di coraggio no?"

  • a
  • a
  • a

Maria Giovanna Maglie non ha perdonato il dietrofront di Andrea Bocelli. Il cantante, durante il convegno in Senato contro gli allarmisti da coronavirus, ha ammesso di aver violato le regole e di essersi sentito umiliato dal lockdown. Frasi che in quattro e quattr'otto hanno sollevato un polverone, tanto da costringere Bocelli a chiedere scusa. "Non volevo offendere nessuno - ha esordito con un video su Facebook -, io per primo ho dovuto fare i conti con il coronavirus, chiedo scusa".

 

 

Una marcia indietro però che la giornalista non ha apprezzato: "Cassese, Zangrillo, Bassetti, Clementi, negazionisti? - si sfoga su Twitter -. Non scherziamo, non c'è stato nessun convegno negazionista, solo le bufale dei terroristi untori governativi. E lei Bocelli - prosegue al vetriolo - che è famoso e milionario, un minimo di coraggio delle sue opinioni, no?". E in effetti, almeno sulla sua presenza a fianco di Matteo Salvini, Vittorio Sgarbi e altri esperti, non puà tornare indietro.

Dai blog