Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pietro Senaldi contro Giovanna Botteri a DiMartedì: "Cina bloccata per mesi dal coronavirus per soli 16mila morti?"

  • a
  • a
  • a

Si agita, Pietro Senaldi, appena sente Giovanna Botteri snocciolare il bilancio delle vittime del coronavirus in Cina a DiMartedì. "Si parla di 16mila morti per coronavirus, numero 4 volte superiore a quello ufficiale", spiega l'inviata Rai a Pechino, in studio da Giovanni Floris.

 

 

 

E il direttore di Libero sbotta: "16morti in Cina con un miliardo di abitanti sono i morti di una giornata. Non credo che il regime si chiuda per mesi, sarebbe come se noi ci chiudessimo per mesi per 1.000 morti". Molti sospettano come noto che il regime comunista abbia nascosto al mondo la vera portata dell'epidemia. "Il regime ha chiuso e isolato, lavora in un altro modo - sottolinea la Botteri -. Hanno chiuso Wuhan e isolato l'Hubei, 60 milioni di persone, con un sistema durissimo che non è esportabile, perché la Cina è un regime. Il problema è: ha funzionato? Sì, ha funzionato".

 

 

 

Dai blog