Cerca

L'inchiesta

Elezioni, l'ombra dei brogli. Aperta un'inchiesta su San Marino: 600 schede taroccate, "voti per il centrosinistra"

9 Marzo 2018

5
Elezioni, l'ombra dei brogli. Aperta un'inchiesta su San Marino: 600 schede taroccate, "voti per il centrosinistra"

La Procura di Roma ha aperto un'inchiesta per chiarire se ci siano stati brogli e irregolarità nel conteggio dei voti degli italiani all'estero a San  Marino. Lo riportano varie fonti locali, da RiminiToday al Resto del Carlino: sarebbero 600 le schede elettorali contraffatte partite da San Marino e arrivate a Roma per "modificare" il risultato elettorale. A questa notizia si aggiungono i servizi delle Iene sui voti degli italiani all'estero, dal Canada alla Germania, in cui sarebbero evidenti irregolarità nei seggi durante lo spoglio, con voti annullati a caso per la mancanza dei talloncini. 

Leggi anche: "Il voto? Che me ne f***", La bomba delle Iene sulla presidente del seggio

Nei capannoni di Castelnovo di Porto (Roma) dove si stanno ancora conteggiando i voti dall'estero, le schede provenienti da San Marino "risulterebbero palesemente contraffatte sia nella qualità della carta che nei colori" e, secondo RiminiToday, "presenterebbero la preferenza a una lista civica della coalizione di centrosinistra". Al Carlino l'ambasciatore italiano sul Titano Guido Cerboni dice di essere "molto amareggiato": "Ho scoperto dai giornali la storia che oltre 600 schede elettorali, con le quali gli italiani a San Marino, hanno espresso il loro voto sarebbero contraffatte. Noi abbiamo rispettato tutte le procedure, non può essere vero". Per il momento, il Pd dall'estero potrebbe guadagnare 5 seggi alla Camera e 2 al Senato, più di ogni altra lista.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eaglerider

    eaglerider

    09 Marzo 2018 - 14:02

    Ricordiamoci che gli eredi del PC sono maestri dei brogli: il primo fu quello del Referendum Monarchia-Repubblica. E' storia ! I risultati di Toscana e Emilia Romagna arrivarono dopo due giorni. Fecero prima Sicilia, Calabria, Sardegna !!!!!!! Il mezzo più "veloce" era il treno !!!!

    Report

    Rispondi

  • esasperata49

    09 Marzo 2018 - 14:02

    ma se sono all'estero xchè cavolo continuano a votare in italia, magari alcuni di questi stranieri non parlano più neanche l'italiano ed hanno la loro vita/famiglia/lavoro all'estero.-

    Report

    Rispondi

  • carlozani

    09 Marzo 2018 - 14:02

    Sono anni che ci sono brogli elettorali dall'estero ,favorevoli alla sinistra,non solo nessuno fa nulla per fermare questa truffa ma i giornali tacciono.Chi è in Germania voti quando ci sono le elezioni per quella nazione altrimenti se ne ritornino in Italia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media