Cerca

Tanti saluti

Matteo Salvini, il sondaggio sui campi rom: l'80% degli italiani sta con il ministro dell'Interno

19 Giugno 2018

14
Matteo Salvini

Non c’è solo il sondaggio Swg per La7, quello che fotografa la Lega primo partito, a rendere felice il Carroccio. Un’altra rilevazione, questa volta di AnalisiPolitica (la documentazione è su sondaggipoliticoelettorali.it) regala sorrisi ai salviniani: il 79% degli intervistati è «molto» o «abbastanza» d’accordo sul controllo dei campi nomadi, col sequestro di eventuale merce di provenienza incerta. Addirittura, la quota di chi si dice «molto» d’accordo è al 50%. A rispondere «poco» c’è solo il 13%, e chi dice «per niente» è fermo all’8%.

Tutto nasce dall’ultima sfida del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che ha parlato della necessità di controllare i rom con l’obiettivo di verificare il trattamento riservato ai minorenni. Ed espellere gli stranieri irregolari. «Non è nostra intenzione schedare o prendere le impronte digitali a nessuno» ha detto Salvini per respingere le polemiche «il nostro obiettivo è una ricognizione della situazione dei campi rom. Intendiamo tutelare prima di tutto migliaia di bambini ai quali non è permesso frequentare la scuola regolarmente perché si preferisce introdurli alla delinquenza. Vogliamo anche controllare come vengono spesi i milioni di euro che arrivano dai fondi europei». Frasi che non placano le reazioni del centrosinistra. «Da Salvini parole inaccettabili e pericolose» tuona Piero Grasso di Leu. Laura Boldrini suggerisce al ministro dell’Interno di «censire i gruppi violenti e fascisti», perché col leader leghista «c’è la disumanità al potere». La vicepresidente del Pd, Barbara Pollastrini, accusa: «Il titolare del Viminale è in “conflitto di interessi” crescente tra il ruolo del suo dicastero e un linguaggio che alimenta paure e discriminazioni». Ettore Rosato osserva che «Salvini ha bisogno di far sapere che c’è. Oggi ha lanciato tre o quattro bombe per far parlare di lui...», mentre Emanuele Fiano sostiene che il censimento «non è andata a finire bene, 80 anni fa, non riprovateci». Raffica di dichiarazioni preoccupate, anche da Paolo Gentiloni, Susanna Camusso, Maurizio Martina. Dijana Pavlovic, portavoce dell’ “Alleanza Romani”, dice che «il censimento è illegittimo».

I grillini precisano che si tratterà di un «monitoraggio accurato» (parola del Guardasigilli Alfonso Bonafede) e in serata anche Luigi Di Maio smorza le polemiche: «La schedatura sarebbe incostituzionale».

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Vittori0

    19 Giugno 2018 - 17:05

    ..SALVINI A QUANDO UNA BELLA "RUSPATA"DEI CENTRI(A)SOCIALI ??

    Report

    Rispondi

  • pasquino.mauro

    19 Giugno 2018 - 16:04

    MI DOMANDO: NOI SIAMO CENSITI DA QUANDO SIAMO NATI, POI OGNI TANTO LO STATO FA' UN CENSIMENTO PER SAPERE QUANTI SIAMO. E NESSUNO SI E' MAI LAMENTATO. IO VORREI SAPERE CHI ABITA IN QUEI CAMPI, QUANTI SONO E CHI SONO, UNO STATO LO DEVE PRETENDERE, NO INVOCARE MUSSOLINI. E GLI EBREI NON CENTRANO NULLA. CHI LI DIFENDE E CHI CI MANGIA SOPRA, VANNO IN GIRO CON MACCHINE DA 100MILA EURO,SONO RICCHISSIMI.

    Report

    Rispondi

  • pasquino.mauro

    19 Giugno 2018 - 16:04

    IO CARO DIRETTORE FELTRI, CE L'HO CON MITRAGLIETTA MENTANA, CHE HA POSTATO UN CERTIFICATO IN CUI SI DICHIARAVA LA RAZZA. IO GLI DICO: CARO MENTANO NON HO MAI VISTO UN EBREO ENTRARE NELLE CASE PER RUBARE, O MANDARE LE FIGLIE MINORE A BORSEGGIARE NELLE METRO E NEI BUS. O ELEMOSINARE CON FIGLI PICCOLISSIMI, RUBARE RAME, SPACCIARE DROGHE, PERO' ANDARE IN GIRO CON MACCHINE DA 100MILA EURO!!!VERGOGNATI

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media