Cerca

Via libera

Tav, la mazzata per i grillini contro l'alta velocità Torino-Lione: via libera al cantiere dalla Corte dei conti

12 Agosto 2018

3
Tav, la mazzata per i grillini contro l'alta velocità Torino-Lione: via libera al cantiere dalla Corte dei conti

Brutte notizie per i NoTav e i grillini come Alessandro Di Battista che sperano di fermare il cantiere della Tav Torino-Lione. Lo scorso 19 luglio, la Corte dei conti ha dato il via libera a due delibere del Cipe, tra gli ultimi atti firmati da Paolo Gentiloni, che vanno a completare l'iter autorizzativo per l'accordo internazionale, già firmato e ratificato tra i parlamenti di Italia e Francia.

I provvedimenti permetteranno di spostare il cantiere per lo scavo del tunnel di base da Susa a Chimonte e fissa nero su bianco circa 150 prescrizioni messe a punto dai ministeri dell'Ambiente e dei Beni culturali e dalla Regione Piemonte.

L'unica strada rimasta per i NoTav è quella parlamentare. Solo in Aula si potrà modificare il trattato internazionale con la Francia, ma serviranno i voti della Lega. E soprattutto un rientro anticipato del Parlamento dalle ferie.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Marcventura

    12 Agosto 2018 - 19:07

    La Tav è un'opera costosa e dannosa per lo scempio ambjentale, la cui inutilità è direttamente proporzionale alla sudditanza dei governi di sinistra e di quelli berlusconiani ai diktats europei. A costoro, Berlusconi, Monti, Letta, Renzi (col sostegno di Napolitano), Gentiloni non è mai importato una cippa degli interessi del popolo italiano.

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    12 Agosto 2018 - 16:04

    Ma l'avete vista la faccia del figlio grillino dell'ultima raffica di Salo`?

    Report

    Rispondi

  • albertoperutelli

    12 Agosto 2018 - 15:03

    Fra Di Maio e Di Battista sulla TAV mi pare che facciano a gara a chi è più cretino.

    Report

    Rispondi

media