Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Luigi Di Maio, lo scoop di Politico: "Sabato scorso l'incontro con Steve Bannon". Paura di Matteo Salvini?

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

La più grande preoccupazione politica di Luigi Di Maio? Il suo alleato, il co-firmatario del contratto di governo, quel Matteo Salvini che, alla guida della Lega, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana erode il consenso del M5s a suo favore. Ed è forse da inquadrare sulle basi di questa considerazione lo scoop di politico.eu, secondo il quale Di Maio, sabato, avrebbe incontrato niente meno che Steve Bannon, ex stratega di Donald Trump e guru del sovranismo internazionale. Bannon è stato ospite ad Atreju di Giorgia Meloni; inoltre, da tempo, ha spostato il centro delle sue attività politiche in Italia. Per inciso, la notizia dell'incontro tra Bannon e Di Maio non è stata smentita. L'ex stratega di Trump ha lanciato The Movement, un movimento, appunto, dentro al quale si raccolgono le sigle sovraniste in Europa. Ad oggi, in Italia, ha aderito ufficialmente soltanto FdI, mentre la Lega si è avvicinata all'iniziativa ma, per ora, in modo informale. All'appello mancavano, appunto, i Cinque Stelle, con i quali, si dice, Bannon cercava un contatto da mesi. Contatto che, dunque, sarebbe arrivato con l'esponente più importante. Leggi anche: Salvini massacra i grillini e si prende i loro voti: il sondaggione Secondo quanto si legge, l'incontro sarebbe stato "costruttivo", anche se ovviamente non è stata comunicata alcuna ufficialità circa l'ipotetica adesione del M5s a The Movement. Di sicuro, c'è che Di Maio, Bannon lo ha incontrato. Una mossa dalla quale, come detto in premessa, traspare tutta la preoccupazione del grillino per l'ascesa di Salvini. Ascesa che cerca di arginare "imitando" Salvini e costruendo un ponte con Bannon.

Dai blog