Cerca

Indiscreto a palazzo

Giovanni Tria, le voci sul rimpasto: fanno fuori il ministro dell'Economia per salvare il governo?

20 Novembre 2018

1
Giovanni Tria, il retroscena: rimpasto di governo. Salta il ministro dell'Economia

Diventa sempre più difficile per Giuseppe Conte tenere insieme il governo. Il contratto di Matteo Salvini e Luigi Di Maio fa acqua da tutte le parti e i due leader sono sempre più ai ferri corti anche per le visioni diametralmente opposte. In particolare il leader leghista non ha digerito la "ceppa" evocata da Luigi Di Maio. E da parte sua il vicepremier grillino mal sopporta il corteggiamento serrato della Lega nei confronti di Forza Italia. 

In questo scenario ci sono le grandi preoccupazioni sulla tenuta del sistema economico e finanziario del Paese che il suo sottosegretario Giancarlo Giorgetti conosce bene. Sabato sera, 23 novembre, il premier, riporta il Messaggero in un retroscena, sarà di nuovo a Bruxelles con il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker. L'incontro è stato chiesto con una certa insistenza da palazzo Chigi e avverrà dopo la bocciatura della Commissione con la lettera che sarà mandata al ministro dell'Economia Giovanni Tria. Proprio a Tria vengono attribuite molte responsabilità nella trattativa con l'Ue e a palazzo Chigi da giorni si parla di una sua possibile sostituzione dopo l'approvazione della manovra, o in ogni caso prima delle elezioni europee.

Come il ministro dell'Economia potrebbero cambiare altri membri del governo. In un più ampio rimpasto potrebbero finire anche il ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli e la ministra della Salute Giulia Grillo, mentre sembrano restare al poro posto Elisabetta Trenta e Bonisoli. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigi0000

    21 Novembre 2018 - 10:10

    Avevo sopravvalutato Tria, che invece s'è prestato e tuttora si presta al gioco meschino dei personaggi in cerca d'autore.

    Report

    Rispondi

media