Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Luigi Di Maio: "Sconsiglio a Matteo Salvini di continuare". Risposta: "Non serve la laurea...", bomba Tav

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

"Sconsiglio a Matteo Salvini di non creare tensioni nel governo puntando su quello su cui non siamo d'accordo": fuori dai denti, Luigi Di Maio lancia un avvertimento al leader leghista sulla Tav. Retroscena confermati, dunque: tra i 5 Stelle la tensione è alle stelle sull'Alta velocità, tanto da ipotizzare una crisi di governo. "Per me valgono le priorità - ha spiegato il leader grillino -: in questo governo ce lo siamo detti chiaramente dall'inizio, ci sono cose su cui siamo d'accordo e altre no. Lavoriamo su quelle su cui siamo d'accordo, altrimenti devo concludere che si spinge su cose su cui non siamo d'accordo per creare tensioni nel governo? Io non lo consiglio".  Leggi anche: Dibba insula, Salvini se la ride. Il retroscena: ecco il piano leghista Salvini, anche lui in Abruzzo per il tour elettorale delle regionali, evita polemiche ma dietro i toni morbidi si intuisce fermezza: "Non litigo con nessuno. Se qualcuno ha scavato 25 chilometri di galleria sotto la montagna è più utile finirla quella galleria, o lasciarla lì com'è? Non serve la laurea al Politcenico per intuire cosa sia meglio fare". E ancora, sulle voci di crisi: "La mia parola vale più di un sondaggio e non faccio saltare il governo per i sondaggi. Certo è che però le cose bisogna farle". No anche all'ipotesi di uno scambio, no grillino al processo sulla Diciotti e no leghista sulla Tav: "Non siamo al mercato, è roba roba di vecchi governi. Io non ho bisogno di aiutini. Io ho fatto il ministro: blocco gli sbarchi, sveglio l'Europa e fermo morti e partenze. L'ho fatto, lo faro".

Dai blog