Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Diciotti, Luigi Di Maio non tiene più i suoi. Processo a Salvini, "non posso garantire". Perché Salvini trema

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Non controlla più i suoi, Luigi Di Maio. Sulla Diciotti il M5s prepara l'imboscata in Senato. Il leader ha garantito a Matteo Salvini che in Giunta per l'immunità i rappresentanti grillini voteranno "no" alla richiesta di autorizzazione a procedere contro il ministro degli Interni accusato di sequestro di persona per i migranti bloccati al largo della Sicilia lo scorso giugno, ma il problema, come confessato dallo stesso Di Maio a Salvini, è un altro: "Non posso dare garanzie sul voto dell'Aula". Leggi anche: Conte fa lo scudo umano per salvare il governo, crac M5s Tradotto: i senatori grillini duri e puri, quelli più vicini a Roberto Fico e Alessandro Di Battista, potrebbero decidere di mandare a processo il leader della Lega. Come spiega il Messaggero, "il voto sarà palese e almeno dieci senatori grillini sono orientati a contrapporsi alla scelta che dovrebbe essere presa in Giunta. Ecco perché la Lega è allarmata. Il traguardo dei 161 voti rischia di sfumare, anche se ci sarà il soccorso di FI e FdI". Coi suoi fedelissimi, Salvini mostra irritazione: "Di Maio si dia una regolata. Stanno esagerando, non ne posso più dei loro no. E se votano sì alla richiesta finisce il rapporto di fiducia".

Dai blog