Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Diciotti, la carta Zuccaro può salvare Matteo Salvini: "Perché adesso si sente blindato"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Governo indagato, tutti salvati. Matteo Salvini ha di che rallegrarsi per l'atto (dovuto) del pm di Catania Carmelo Zuccaro, che ha aperto un fascicolo sul premier Giuseppe Conte, il vicepremier Luigi Di Maio e il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli per il caso Diciotti in base agli atti inviati dal Senato. Leggi anche: "Perché è colpa di Salvini". Grillini allo sbando, l'assurdo siluro del sottosegretario Di Stefano La tesi è che tutto il governo, e non solo il ministro degli Interni, sia "accusabile" di sequestro di persona per i migranti bloccati per giorni al largo della Sicilia lo scorso giugno. Zuccaro a suo tempo aveva chiesto di non procedere in quanto si trattò di insindacabile scelta politica ma il Tribunale dei ministri ha comunque chiesto di processare Salvini, unico imputato. Lunedì arriverà il verdetto degli iscritti online del M5s, martedì si pronuncerà la Giunta di Palazzo Madama. Ma è chiaro, come spiega anche il Messaggero, che ora sarà impossibile per i 5 Stelle mandare a processo Salvini senza fare lo stesso quando, presumibilmente, il Tribunale dei ministri dovrà avanzare la stessa richiesta anche per Conte, Di Maio e Toninelli. Se gogna su Rousseau sarà, dunque, sarà un antipasto di quanto accadrà con tutto il governo. Anche se il problema politico resta: "Di Maio controlla i suoi?". Inteso come parlamentari: molti di loro hanno già fatto capire che voteranno sì al processo per l'alleato anche se la base si pronuncerà contro. 

Dai blog