Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mafia Capitale, cala la mannaia su Gianni Alemanno: condannato a sei anni di carcere

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Dopo Roberto Formigoni, tocca a Gianni Alemanno. L'ex sindaco di Roma è stato raggiunto da una maxi-condanna a 6 anni di reclusione per corruzione in un procedimento stralcio di Mafia Capitale. La sentenza è quella dei giudici della seconda sezione penale del tribunale. Subito dopo la condanna, il commento di Alemanno: "Ricorreremo sicuramente in appello dopo aver letto le motivazioni. Io sono innocente, l'ho detto sempre e lo ribadirò anche davanti ai giudici di appello". La sentenza è arrivata dopo sole due ore di camera di consiglio e supera le richieste del pm Luca Tescaroli, il quale aveva chiesto una condanna a cinque anni e mezzo di carcere. Le accuse contro Alemanno sono quelle di corruzione e finanziamento illecito: secondo la procura avrebbe percepito oltre 200mila euro senza averne titolo, gran parte dei quali attraverso la fondazione Nuova Italia, di cui è presidente. Leggi anche: Facci svela il trucco contro Formigoni: così gli negano i domiciliari

Dai blog