Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

George Soros, la vergogna di Gad Lerner a Piazzapulita: "Viva Soros. Italia depredata? Poverina..."

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

"Mi chiamano servo di Soros, vorrei dire Viva Soros!". Gad Lerner inizia così l'intervista con Corrado Formigli a Piazzapulita. Più che una provocazione, quella del giornalista appare come un manifesto programmatico: "Di finanzieri ce ne sono a centinaia, ma lui investe in Ong e in fare integrazione per migranti e rom. Diranno che mi paga per dirlo". Leggi anche: "Vietato nominare Soros". La Meloni furiosa: cos'è successo da Lilli Gruber Formigli, imbarazzato, ribatte che con nel 1992 fu proprio George Soros a speculare in Borsa contro la Banca d'Italia causando un danno di circa 48 miliardi di dollari alle casse italiane: "Ha fatto a pezzi l'Italia", ma Lerner reagisce con una scrollata di spalle limitandosi a un "lo hanno fatto in molti". Forse perché prima degli italiani (magari pure di destra), per Gad evidentemente vengono prima i migranti. "Sarebbe il fulcro di una tenaglia che stritola e depreda l'Italia, poverina - ironizza ancora Lerner -, la grande proletaria alla quale dovremmo tutti quanti essere leali". Il guaio è che Soros, appunto, non lo paga nemmeno per sostenere tesi come queste.

Dai blog