Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Otto e Mezzo, sfregio di Lilli Gruber a Matteo Salvini: "Le sue sono promesse farlocche"

Maria Pezzi
  • a
  • a
  • a

"Il famoso mazzo di fiori di scuse che mi aveva promesso non è mai arrivato: se tutte le promesse elettorali sono così farlocche come il mazzo di fiori per me, non sono messi tanto bene i suoi elettori". Lilli Gruber è spietata con Matteo Salvini, in collegamento da Milano a Otto e mezzo del 23 maggio. Leggi anche: Salvini, la risposta agli attacchi di Mineo L'ex mezzobusto del Tg1 si riferisce all'antico contenzioso con il vicepremier, il quale viene colto il contropiede e ha poco da ribattere in diretta su La7: "Abbia  pazienza, glielo volevo portare di persona", dice alla conduttrice. Raramente si vede in televisione tanta faziosità, ormai Lilli Gruber ha gettato la maschera e non ci stupisce più. «Il famoso mazzo di fiori di scuse che mi aveva promesso non è mai arrivato: se tutte le promesse elettorali sono così farlocche come il mazzo di fiori per me, non sono messi tanto bene i suoi elettori» Lilli #Gruber a Matteo Salvini. #ottoemezzo pic.twitter.com/pMATBTJVn1— Ange.Vetrano (@angevetrano) 23 maggio 2019

Dai blog