Cerca

ingiustizia

Sestino Giacomini: "Gli davano del pazzo ma...". Perché sui magistrati aveva ragione Silvio Berlusconi"

19 Giugno 2019

5
Sestino Giacomini: "Gli davano del pazzo ma...". Perché sui magistrati aveva ragione Silvio Berlusconi"

"Se c'è un Paese occidentale negli ultimi decenni dove le sorti di questo o quel governo, di questo o quel politico, sono state determinate da vicende giudiziarie, quello è l'Italia", scrive Augusto Minzolini in un retroscena su Il Giornale. "Abbiamo fatto scuola", confida al giornalista Sestino Giacomini, consigliere del Cavaliere: "Silvio Berlusconi veniva preso per pazzo ma le accuse che muoveva si stanno dimostrando realtà. Come pure la storia dei colpi di Stato, cioè delle iniziative giudiziarie con cui è stato messo all'angolo, che in fondo somigliano a quella che nel 2008 determinò la fine del governo Prodi".

Leggi anche: "E' solo un primo segnale". Toghe, la profezia di Mieli? Minzolini: "Quadro peggiore"


Persino il piddino Umberto Del Basso De Caro dice: "Qui bisognerebbe rileggere la storia, a cominciare da quella strana coincidenza per cui tutte le inchieste che riguardarono Bettino Craxi all'epoca, passarono per le mani del gip di Milano Italo Ghitti, che consigliava Di Pietro su come doveva impostarle per mettere il povero Bettino agli arresti. Ora si è squarciato il velo. Ecco perché al di là delle resistenze di Mattarella penso che alla fine questo Csm verrà giù".

Il forzista Pierantonio Zanettin affonda: "Se avessero usato un trojan 30 anni fa avremmo scoperto che i due terzi dei responsabili delle procure veniva deciso da Violante e da Magistratura democratica. E magari oggi ci renderemmo conto che il padrone della Cassazione è il segretario che decide i giudici che parteciperanno al collegio di questo o quel processo". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cantagallo

    20 Giugno 2019 - 11:11

    Vorrei sapere quale ruolo in questa vicenda di politicizzazione operativa della magistratura ha avuto non solo Violante ma anche Napolitano e altri . Bisognerebbe fare una indagine più adeguata e spifferare tutto. Il popolo non merita di essere trattato con il metodo del KGB o del regime dei soviet. Il Popolo deve sapere!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • Carlito58

    20 Giugno 2019 - 11:11

    infatti, gli unici "partiti" che non venivano toccati erano il PD e le sinistre associate. Tutte brave persone ! nessuno mai indagato ne mai condannato .... invece gli altri erano tutti da spazzare, perchè non allineati al pensiero unico. Adesso arriva qualcuno che non ci stà e si svelano tutti gli scheletri putrefatti che hanno negli armadi. E questo è ancora niente.

    Report

    Rispondi

  • wintek3

    20 Giugno 2019 - 11:11

    Il caro Mattarella dovrebbe smettere i panni del Presidente della repubblica e quale presidente del CSM dovrebbe fare qualcosa di veramente forte contro questa corruzione della quale non poteva non sapere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Venezia, ecco come sarà il Mose una volta completato: immagini sorprendenti

Salvini ironizza su Zingaretti: "Dopo la riproposta dello Ius soli si è preso i 'vaffa' pure dagli alleati"
Che tempo che fa, David Grossmann con Liliana Segre: "So cosa ha passato"
Maltempo, Alto Adige in ginocchio sotto la neve: valanghe come colate di lava, interi villaggi devastati

media