Cerca

veneto

Autonomia: Anci Veneto, si deve andare avanti, no a pretesti per bloccarla

12 Luglio 2019

0

Vicenza, 12 lug. (AdnKronos) - “Lo stop di ieri è stato brusco ed inaspettato. E la reazione del Ministro Stefani e del Presidente Zaia è stata giustamente molto dura. Credo che in parte sciano gli strascichi della campagna elettorale, ma mi auguro che si torni presto a discutere in modo sereno e riprenda il percorso della riforma che serve a tutto il Paese. Le motivazioni ed i dubbi posti da qualcuno mi sembrano pretestuosi e senza aderenza ai problemi reali che si vogliono risolvere. L’autonomia è una riforma articolata e complessa e non va banalizzata o semplificata con motivazioni pretestuose come quella della volontà di spaccare l’Italia e siamo d’accordo con il presidente Zaia che non vuole accordi al ribasso, ma vuole un’autonomia che porti reali benefici e territori alle comunità come sostiene da sempre l’Anci Veneto”. Così la presidente di Anci Veneto, Maria Rosa Pavanello, a margine di un evento a Vicenza organizzato da Coldiretti ed Anci Veneto ha commentato la rottura sull’autonomia.

“Dalle cronache si evince che uno stop è stato dato sulla scuola, ma se guardiamo i numeri è evidente che la nostra regione è sotto organico sia per quel che riguarda gli insegnanti che per la dirigenza. La proposta del Presidente e della Regione su questo fronte vuole migliorare questo deficit ed è stata condivisa anche con i Comuni. Non vi è nessuna volontà di spaccare l’Italia o di creare un’istruzione eccellente al Nord ed una più scadente al Sud. Tutt’altro si vuole semplicemente risolvere un problema che non nasce oggi, ma che se guardiamo i dati è “storico”. Questo è solo un esempio per far capire che l’autonomia serve a colmare un gap reale e presente sui territori”, sottolinea.

“L’Anci Veneto ha sostenuto l’autonomia fin dal referendum ed ha condiviso poi con il presidente Zaia e la Regione il percorso e la proposta lavorando perché l’autonomia porti per i Comuni più servizi ed efficienza. Per questo continuiamo a sostenere l’autonomia e ci auguriamo che si possa concretizzare al più presto e si superi questa fase difficile”, conclude.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media