Cerca

Il retroscena

Matteo Salvini rompe? Pronto il bazooka di fango. La bruttissima voce sui dossier segreti dei grillini

21 Luglio 2019

1
Matteo Salvini rompe? Pronto il bazooka di fango. La bruttissima voce sui dossier segreti dei grillini

Mentre la crisi rientra - o viene solo rinviata a data da destinarsi - i grillini si preparano ai dossier segreti su Matteo Salvini. "L'unica cosa che posso dirvi - ha detto nei giorni scorsi Luigi Di Maio da Trento dove si trovava per un'assemblea con gli attivisti M5s - è che vale la pena andare avanti perché abbiamo degli obiettivi da raggiungere, lo dico a tutti nel governo. Andiamo avanti per l'amore che abbiamo per questo Paese e non lasciamo che chi ci vuole buttare giù, ci riesca". E ancora: "Il mio pensiero in questo momento va al governo del Paese, a governare con amore questo Paese, portare avanti questo governo".

Ma tra i pentastellati, rivela il Giornale in un retroscena, c'è chi pensa che tra chi vuole far cadere l'esecutivo non ci sia Salvini.
Forse altri nella Lega, ma "lui non vuole fare il premier", ragionano i grillini. E c'è pure chi ritiene che con un ruolo così di primo piano il leader leghista e ministro dell'Interno sarebbe troppo in vista.

Soprattutto sarebbe ancora di più sotto i riflettori, nel mirino di opposizioni e sistema mediatico: "Lo passerebbero ai raggi x". Il sospetto dei grillini è che Salvini abbia qualcosa da nascondere e tema che qualcuno tiri fuori dei dossier segreti su di lui e sulla Lega. Addirittura non escludono che in autunno arriveranno nuovi guai per Matteo. E allora sì che la crisi sarebbe realissima.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lellac

    22 Luglio 2019 - 11:00

    Anche i 5stalle usano lo stesso sistema pd cioè il 'metodo Berlusconi'.......spargi m.....a piene mani e qualcosa resterà...........

    Report

    Rispondi

Greta Thunberg come una rockstar a Torino: così la svedesina ringrazia la folla

Boris Johnson, l'accoglienza trionfale a Downing Street dopo il trionfo al voto
Giuseppe Conte
Giorgia Meloni, il flusso del trionfo: "8 nuovi voti su 10 per Fratelli d'Italia vengono dal M5s"

media