Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Mara Carfagna, Renzi in ginocchio da lei. Voci dentro Forza Italia: "25 senatori", insospettabile slavina

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Slavina Forza Italia, ma non verso Salvini e Meloni. Stavolta, a provarci, sono Matteo Renzi e Maria Elena Boschi con un "giro disperato" di chiamate ai colleghi azzurri. I due dem, interessati a mettere in piedi un "governo di legislatura" con il M5s per scongiurare il voto anticipato, hanno bisogno di appoggi in Parlamento e così avrebbero cercato sponda con Gianni Letta e Mara Carfagna. Il primo è sicuramente il meno convinto tra i forzisti dall'ipotesi di voto anticipato, la seconda molto vicina a Silvio Berlusconi (che le ha affidato il compito, fallito, di ricucire con Giovanni Toti) è rimasta per ora molto abbottonata. § Leggi anche: Retroscena Berlusconi, a cosa è disposto a rinunciare pur di governare con Salvini Secondo un retroscena del Corriere della Sera, però, il timore tra i forzisti di un possibile colpo di scena c'è. Mentre lo stato maggiore si è riunito compatto intorno a Matteo Salvini per ricostruire il centrodestra in vista del possibile voto anticipato, sul tavolo c'è anche l'ipotesi opposta. E cioè che se i tempi della crisi si allungassero e prendesse quota lo scenario dell'"accordicchio", si potrebbe mettere in moto un "tana libera tutti". Si parla di "parlamentari inquieti" e di "20-25 senatori pronti al passo, tanto più se Renzi dovesse costruire una sua creatura". Per ora l'ipotesi di scissione nel Pd si sta raffreddando, ma la situazione è molto fluida. 

Dai blog