Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giuseppe Conte, sfogo con i suoi: "Matteo Salvini in un delirio di onnipotenza". Strappo insanabile

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Non è ancora chiaro cosa dirà Giuseppe Conte nel suo discorso il 20 agosto in Senato, non si sa se attaccherà Matteo Salvini e dirà tutta la sua verità. La sensazione è che a Palazzo Chigi, rivela il Corriere della Sera in un retroscena, le "comunicazioni" saranno scritte nelle prossime ore, quando si capirà se si aprirà una crisi vero o meno. Di sicuro il premier non rimarrà alla guida del governo. Lo strappo con il leader della Lega è totale. Per Conte con Salvini non è pensabile più stringere patti o sottoscrivere dei "contratti". Salvini per Conte è "inaffidabile". Di più, a Palazzo Chigi si parla di "delirio di onnipotenza". Un'espressione che il premier avrebbe usato diverse volte negli incontri privati. Leggi anche: Retroscena, Salvini fregato due volte: "Piano B del Pd". Clamoroso ribaltone di Conte se la Lega ricuce col M5s Nessuno in questo momento sa come andrà a finire. Conte, l'assediato che si ritrova ad essere assediante è pronto per andarsene e con ogni probabilità non si ricandiderà alle elezioni, se e quando ci saranno.  

Dai blog