Cerca

politica

"3 punti mai discussi", renziani sconcertati

Politica

Zingaretti va alle consultazioni con Mattarella, ma la parte renziana del Pd all'AdnKronos: "Ci aspettiamo una smentita, il segretario chiarisca"

22 Agosto 2019

0
"3 punti mai discussi", renziani sconcertati
Zingaretti va alle consultazioni con Mattarella, ma la parte renziana del Pd all'AdnKronos: "Ci aspettiamo una smentita, il segretario chiarisca"

Roma, 22 ago. (AdnKronos) (di Mara Montanari) - di Mara MontanariSconcerto, per dirla con un eufemismo. Le tre condizioni 'non negoziabili' - e pesantissime nella trattativa con i 5 Stelle - che Nicola Zingaretti avrebbe posto durante il colloquio al Colle, secondo quanto riportato da alcuni organi di stampa, a quanto apprende l'Adnkronos, hanno provocato una certa tensione tra i renziani. A quanto si apprende da fonti dem, i 3 punti 'non negoziabili' posti da Zingaretti non sono stati posti durante le consultazioni oggi al Quirinale.

"Ci aspettiamo che vengano smentite" dice un big dell'area ricordando che è stata data "piena fiducia e pieno sostegno al segretario" e che "in Direzione non abbiamo né discusso né votato quei tre punti". A quanto viene riferito, durante il colloquio al Colle, il più stringente sulla 'non negoziabilità' dei 3 punti (ovvero, come riporta 'Repubblica', abolizione totale dei due decreti sicurezza; accordo di massima, prima della formazione del governo, sulle misure della manovra economia; no alla legge della riforma sul taglio dei parlamentari come è stata scritta e votata fino ad oggi) sarebbe stato in particolare l'ex-premier, Paolo Gentiloni.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Matteo Salvini durissimo con la signora che ha rifiutato l'affitto alla ragazza foggiana: "Una cretina"

Matteo Salvini sicuro su Pontida: "Sarà la più partecipata di sempre. Vogliamo unire il Paese"
"I Conte tornano". Camera con Vista, i retroscena dalla settimana del bis
Nicola Zingaretti, appello al M5s: "Non dobbiamo aver paura di allargare la coalizione alle regionali"

media