Cerca

Rossi

Otto e Mezzo, Andrea Scanzi: "I porti chiusi non esistono". E Lilli Gruber commenta così

12 Settembre 2019

2
Lilli Gruber, Andrea Scanzi, Otto e Mezzo

A volte ritornano. Si parla di Andrea Scanzi, uscito dalla naftalina ora che il governo ha sterzato a sinistra. E lui, come sempre ossequioso alla linea di Marco Travaglio, l'esecutivo giallorosso lo promuove, eccome. L'importante è che non ci sia più Matteo Salvini. Lo spiega chiaro e tondo, Scanzi, ospite di Lilli Gruber a Otto e Mezzo nella puntata in onda su La7 mercoledì 11 settembre. Tre le varie intemerate, il vice-capo grillino del Fatto Quotidiano, ad un certo punto sentenzia: "I porti chiusi non esistono, è una delle tante propagande che ha detto Salvini, tanto per confermare che il dittatore dello stato libero di Papeete è solo chiacchiere e distintivo", insulta compiaciuto. Insomma, secondo Scanzi "i porti chiusi non esistono". Chissà che significa, alla luce di quanto accaduto nei mesi in cui al Viminale c'era il leader della Lega. Per certo, la Gruber condivide: "Sì, eh beh, sì", afferma quando Scanzi parla di "propaganda" salviniana.

Di seguito, il video:

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sergion49

    12 Settembre 2019 - 12:12

    solita trasmissione della 7 mai contraddittorio se la suonano e se la cantano , veri democratici !

    Report

    Rispondi

  • ohmohm

    ohmohm

    12 Settembre 2019 - 10:10

    Ah be' se lo dice scanzi ...! vediamo se anche in Corea del Nord ci sono porti aperti!

    Report

    Rispondi

Giorgia Meloni ad Atreju: "Matteo Renzi è campione mondiale di faccia di bronzo"

Scontri tra black bloc, gilet gialli e polizia alla marcia per il clima a Parigi, fiamme sugli Champs-Elysées
Matteo Salvini, chiesta archiviazione per la Gregoretti: "Vediamo se il tribunale dei ministri ribalta tutto"
Clima, Greta Thunberg all'Onu: "Noi giovani uniti e inarrestabili" 

media