Cerca

schietta

Daniela Santanchè smonta il business dell'immigrazione: "Dire che c'è lavoro per loro è una supercazzola"

12 Settembre 2019

1
Daniela Santanchè smonta il business dell'immigrazione: "Dire che c'è lavoro per loro  è una supercazzola"

"Non è che me lo invento io il business dell'accoglienza, non le ho fatte io le intercettazioni nelle quali si diceva che gli immigrati facevano guadagnare di più della droga". Daniela Santanchè, ospite a L'Aria Che Tira su La7, commenta il tanto discusso tema dell'immigrazione: "Dire che c'è il lavoro nella nostra nazione per integrare i migranti è una supercazzola, semplicemente perché il lavoro non c'è!". 

E ancora: "È inutile che su questo argomento ci sia un approccio ideologico, perché abbiamo sentito l'ex capo di gabinetto di Minniti che non è proprio un politico, ma un tecnico che ha detto quello che ha fatto il governo Minniti. Attaccato non da noi, ma dall'esecutivo che ora è alla maggioranza e che dice che bisogna togliere tutto financo quello che ha fatto Minniti". Dire che non servono quelle politiche che sono state fatte, spiega la Santanchè, è dire delle "cavolate"

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cosean1

    12 Settembre 2019 - 22:10

    Anche la Sanità fa guadagnare più della droga! E soprattutto la pubblicità!

    Report

    Rispondi

Scontri tra black bloc, gilet gialli e polizia alla marcia per il clima a Parigi, fiamme sugli Champs-Elysées

Matteo Salvini, chiesta archiviazione per la Gregoretti: "Vediamo se il tribunale dei ministri ribalta tutto"
Clima, Greta Thunberg all'Onu: "Noi giovani uniti e inarrestabili" 
Giuseppe Conte

media