Cerca

Adesso è tutto chiaro

Giuseppe Conte, gira una voce: crisi e nuovo premier. Parla un ex ministro: "Forza Italia nel governo"

6 Ottobre 2019

2
Giuseppe Conte, gira una voce: crisi e nuovo premier. Parla un ex ministro: "Forza Italia nel governo"

La vera paura di Giuseppe Conte non è solo che Matteo Renzi faccia cadere il governo, ma che completi l'opera eliminando semplicemente il premier, sostituendolo. Sono giorni turbolenti a Palazzo Chigi, l'avvocato è chiamato a rispondere alle quotidiane "provocazioni" del fresco leader di Italia Viva e nonostante nelle ultime ore la parola d'ordine è "non alimentare gli scontri" e stabilizzare il governo, un retroscena del Messaggero rivela come Conte sia convinto che "un'eventuale crisi di governo non porterà ad elezioni - visto l'imminente voto sul taglio dei parlamentari - ma ad un più che probabile cambio di inquilino a Palazzo Chigi".

Qualche settimana fa, Alan Friedman ricordò in diretta a La7 la "profezia" di Lucia Annunziata (direttore dell'HuffingtonPost che il mondo della sinistra lo conosce come le sue tasche) secondo cui tra sei mesi, settimana più settimana meno, sarà proprio Renzi a sostituire Conte come presidente del Consiglio. Sembrava fantapolitica, oggi un po' meno. E Carlo Calenda rilancia un ipotesi ancora più drastica: tra poco "salta tutto" e si aprirà la strada a un governo istituzionale "senza Conte e con Forza Italia". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • francesco calabrò

    06 Ottobre 2019 - 11:30

    Come puo' un P d R ancora accettare e sopportare un cosi' scempio che si sta vivendo nella societa' polituca, senza scrupoli dignita' e valori, in particolare in quella che viene manifestata dalla maggioranza di politici affamati della poltrona. Mattarella, se te la senti, distinguati da questa marmaglia e respingi ogni ingerenza intrallazzi dei poteri occulti e della UE ed indici nuove elezioni

    Report

    Rispondi

  • Marcer

    06 Ottobre 2019 - 10:35

    Solo elezioni. Ci vogliono solo elezioni subito altrimenti come prevede "Soncini" deriva greca dell'Italia con manifestazioni di piazza, anche violente. Un altro golpe non potremmo sopportarlo.

    Report

    Rispondi

"Il Mes non è uno svantaggio per l'Italia": l'aula del Senato insorge contro Giuseppe Conte

Mes, Luigi Di Maio avverte Conte: "Sicuri al 200% prima di firmare"
Liliana Segre, a Milano la marcia di solidarietà dei sindaci: "L'odio non ha futuro"
Matteo Salvini, messaggio ai giallorossi: "Il mio obiettivo è tornare al governo"

media