Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giuseppe Conte, gira una voce: crisi e nuovo premier. Parla un ex ministro: "Forza Italia nel governo"

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

La vera paura di Giuseppe Conte non è solo che Matteo Renzi faccia cadere il governo, ma che completi l'opera eliminando semplicemente il premier, sostituendolo. Sono giorni turbolenti a Palazzo Chigi, l'avvocato è chiamato a rispondere alle quotidiane "provocazioni" del fresco leader di Italia Viva e nonostante nelle ultime ore la parola d'ordine è "non alimentare gli scontri" e stabilizzare il governo, un retroscena del Messaggero rivela come Conte sia convinto che "un'eventuale crisi di governo non porterà ad elezioni - visto l'imminente voto sul taglio dei parlamentari - ma ad un più che probabile cambio di inquilino a Palazzo Chigi". Leggi anche: Lo "schema Prodi". Nel Pd sono già sicuro: il governo finirà malissimo Qualche settimana fa, Alan Friedman ricordò in diretta a La7 la "profezia" di Lucia Annunziata (direttore dell'HuffingtonPost che il mondo della sinistra lo conosce come le sue tasche) secondo cui tra sei mesi, settimana più settimana meno, sarà proprio Renzi a sostituire Conte come presidente del Consiglio. Sembrava fantapolitica, oggi un po' meno. E Carlo Calenda rilancia un ipotesi ancora più drastica: tra poco "salta tutto" e si aprirà la strada a un governo istituzionale "senza Conte e con Forza Italia". 

Dai blog