Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Simulazioni di voto, Pd e M5s favoriti dal maggioritario: farebbero il pieno al Sud. A spese della Lega

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Partito democratico e Movimento 5 stelle avrebbero la maggioranza anche con un Parlamento "tagliato" se si votasse domani con il Rosatellum, ovvero con l'attuale sistema elettorale misto. E' quanto emerge da una simulazione di voto di Youtrend riportata da La Repubblica. E' stata presa in considerazione la distribuzione territoriale del voto emersa in occasione delle Europee, riparametrata con i dati dell'ultimo sondaggio Quorum. Risultato: Pd, M5s, Italia Viva, Europa Verde e La Sinistra otterrebbe il 46,2 per cento dei consensi. Il centrodestra unito (Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia e Cambiamo! di Giovanni Toti sarebbe al 47,2. Ma, attenzione. Se si trasformano i voti in seggi con il Rosatellum, i risultati sarebbero clamorosi: la coalizione giallo-rossa infatti sarebbe sull'orlo della maggioranza assoluta: 199 eletti contro i 190 per il centrodestra. Perché? Semplice: ripartendo proporzionalmente le percentuali ottenute in ogni regione nei collegi uninominali diminuiti di numero, le forze dell'attuale maggioranza potrebbero vincere in 78 collegi su 147. Farebbero il pieno al Sud e nelle Isole, conquistando l'85 per cento dei seggi. Leggi anche: Zingaretti consegna la Calabria al M5s, rivolta nel Pd Il centrodestra, invece, sbancherebbe al Nord. La coalizione a trazione leghista vincerebbe tutti i collegi del Nord Ovest. Nella componente maggioritaria, insomma, l'eventuale riproposizione di un'intesa Pd-5s avrebbe la meglio.  

Dai blog