Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nicola Zingaretti, i suoi alleati Cinque stelle vogliono sfiduciarlo alla Regione Lazio

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Più che alleati, nemici in casa. Contro Nicola Zingaretti è pronta la seconda mozione di sfiducia. L'ha presentata il centrodestra: otto pagine in cui il governatore della Regione Lazio viene messo di fronte ai suoi fallimenti su sanità, rifiuti, infrastrutture, trasporti. Una mozione che però spacca il Movimento 5 stelle, come rivela Il Tempo in un retroscena: in casa pentastellata, infatti, cinque consiglieri sono contrari all'accordo Pd-Cinque Stelle. Si tratta di Valentina Corrado, Gaia Pemarella, Silvia Blasi, Francesca De Vito e Davide Baillai. I rapporti tra loro e il gruppo di Roberta Lombardi, Marco Cacciatore, Valerio Novelli, Loreto Marcelli e David Porrello sono ormai ai minimi termini. Leggi anche: Vendetta di Renzi sui grillini, un piano diabolico. Paolo Becchi: "Così li tiene tutti per le p***" Il rischio che la mozione di sfiducia acceleri la scissione pentastellata (si parla di alcuni esponenti grillini in costante dialogo col Carroccio e con FdI) e porti il gruppo della Lombardi in maggioranza (e in giunta) è comunque una eventualità piuttosto concreta. Intanto Zingaretti continua a dirsi convinto che l'alleanza giallo-rosso possa continuare e rafforzarsi. Ma è davvero così sicuro che i grillini con cui governa a livello nazionale non gli voltino le spalle? 

Dai blog