Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pensioni, Italia Viva: "Abolizione totale di Quota 100". Matteo Salvini: "Follia, non lo permetteremo"

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Un Matteo Renzi sempre più ingestibile apre un nuovo fronte nel governo e nel Paese. Nel mirino del leader di Italia Viva ci finisce Quota 100, la riforma delle pensione per cui ha lottato la Lega di Matteo Salvini e approvata dall'esecutivo gialoverde. A parlare per conto di Renzi è il suo fedelissimo, Luigi Marattin: "A fronte del fatto che le risorse per la legge di bilancio 2020 non sono ancora del tutto definite, Italia viva propone l'abolizione totale di Quota 100", ha affermato il deputato. Dunque ha aggiunto: "Perché si tratta della politica  più ingiusta degli ultimi 25 anni - spiega - perché spende risorse ingenti a carico dei giovani lavoratori. In sua sostituzione proponiamo di rendere strutturale l'Ape Social, per consentire il prepensionamento a chi ha svolto lavori gravosi e usuranti, e non a tutti". Nel mirino di Renzi, dunque, ancora i pensionati. Immediata, e durissima, la replica di Matteo Salvini, secondo il quale l'abolizione di Quota 100 "è solo l'ultima follia del governo delle poltrone, che ha annunciato nuove tasse su gasolio, merendine e denaro contante mentre gli sbarchi aumentano e la politica estera non esiste. Non lo permetteremo mai", ha concluso il leader della Lega. Leggi anche: "Quando scappava sempre": Salvini, affondo contro Renzi dall'Annunziata

Dai blog