Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Renzi e Salvini a Porta a Porta, "zero regole" da Bruno Vespa: perché trema Giuseppe Conte

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Matteo Salvini contro Matteo Renzi. Il duello che andrà in onda stasera 15 ottobre da Bruno Vespa a Porta a porta su Rai 1 durerà 75 minuti e non ci saranno regole: né timing per le risposte né alcun diritto di replica. Tantomeno la claque. Solo i due sfidanti, il conduttore e i giornalisti in studio, rivela il Messaggero. Il leader della Lega e quello di Italia Viva si presenteranno da Vespa con l'obiettivo di andare - o tornare - a Palazzo Chigi. Salvini sicuramente accuserà Renzi per la giravolta dell'accordo con il Movimento 5 stelle mentre Renzi lo attaccherà proprio sull'esecutivo giallo-verde, o "giallo-nero" come lo ha sempre definito, che a suo dire stava portando l'Italia nell'abisso. Tra i fedelissimi di Salvini si dice che si vedrà la svolta di Matteo che smetterà i panni dell'anti-sistema per presentarsi come leader di una forza politica più concreta, liberale, meno sovranista e che possa attirare i moderati. Di sicuro entrambi prenderanno le distanze da Giuseppe Conte. Soprattutto in tema di manovra. Lui, insomma, il "bersaglio grosso" dei due leader, l'uomo che mirano ad indebolire a suon di attacchi. Curiosamente, Salvini e Renzi con discreta approssimazione troveranno un punto in comune, la lotta dura contro il premier.   E infatti la sfida preoccupa non poco i big di Pd e M5s. Renzi domani 16 ottobre riunirà i parlamentari per dettare la linea programmatica della Leopolda mentre Salvini è concentrato sulla manifestazione a Roma e sulle regionali in Umbria. Entrambi sembra, voglio dare una spallata al governo, dopo la manovra. Leggi anche: Una crisi nera nella notte: Pd e 5 stelle, scontro totale sulla manovra

Dai blog