Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sondaggio Masia, Lucia Borgonzoni a un passo da Bonaccini: le cifre della vittoria leghista?

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Lucia Borgonzoni vola nei sondaggi, sempre più alle calcagna di Stefano Bonaccini. Quello del 26 gennaio in Emilia-Romagna si prospetta un testa a testa, con - secondo il sondaggio di Fabrizio Masia per Agorà - l'attuale presidente della regione al 46,5 per cento e, subito dietro, la candidata leghista al 44 per cento. 2,5 punti percentuali che ora fanno preoccupare il governo, che potrebbe capitolare in caso di sconfitta del candidato Pd, al quale la leghista continua ad erodere il già minimo vantaggio. Leggi anche: Sondaggio di Ixè, Renzi tocca i minimi storici: i numeri del fallimento di Italia Viva In Emilia Romagna il Pd si gioca tutto, per molti probabilmente anche la tenuta dell'esecutivo con i Cinque Stelle. In caso di sconfitta, infatti, i dem imputeranno la colpa agli alleati, rei di aver corso in solitaria, così come il voto su Rousseau ha loro imposto. A nulla serviranno le Sardine, il nuovo movimento nato per far fuori Matteo Salvini. Sempre secondo Masia, per l'appunto, il 73 per cento rifiuta la candidatura del loro leader, Mattia Santori e soltanto il 15 è favorevole. Peggio di così.  Elezioni in Emilia-Romagna, intenzioni di voto ai [email protected] ricorda che non ci sono ancora le liste definitive #agorarai #sondaggi. Si voterà il 26 gennaio. pic.twitter.com/6VdsPaafaH— Agorà (@agorarai) December 12, 2019

Dai blog