Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sardine, il militante di colore di Fratelli d'Italia insultato in piazza: "Mi ha detto neg**"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Le Sardine sono tutto e il contrario di tutto: si erano dichiarati apolitici e ora scopriamo che stanno con il Pd, si erano definiti antirazzisti e adesso veniamo a scoprire che hanno insultato un giovane di colore. È successo nel giorno del grande concerto-manifestazione di Bologna, quando "un uomo intorno ai 45 anni con una sardina attaccata al petto" si avvicina al gazebo di Fratelli d'Italia per insultare Francesco Nadalini, militante di 34 anni. Ha iniziato a scattare foto al gazebo (poco distante dalla piazza in cui i pesciolini festeggiavano) l'uomo che poi "ha insultato tutti". "Ha iniziato a dire: Fdi paga gli extracomunitari per fare campagna elettorale - racconta Nadalini al Giornale -. Poi mi ha chiamato neg**".  Leggi anche: Emilia-Romagna, Matteo Salvini: "Chi semina odio?". Il video degli insulti della sinistra Francesco, nato in Brasile, è arrivato in Italia a soli 5 giorni di vita. La carta d'identità certifica che è italiano e lui ironicamente si definisce "sempre dalla parte della destra". "Le Sardine pensano che Fdi sia razzista, ma non è vero. In tanti anni di militanza non ho mai ricevuto offese da qualcuno di destra". Eppure ad essere razzisti sembrano proprio le sardine di Mattia Santori: "Non pensavo che anche quelli come voi dessero volantini di Fratelli d'Italia - Francesco riporta ancora le parole del pesciolino buonista -. Questa cosa - aggiunge - mi ha fatto imbestialire. Io non mi sognerei mai di denigrare chi non la pensa come me. Invece se non condividi il pensiero unico, diventi un appestato e ti becchi gli insulti". Alla faccia del front-man che tifava per diversità e accoglienza. 

Dai blog