Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Emilia Romagna, Alessandra Ghisleri: "L'errore di Matteo Salvini? Fare un referendum su di sé"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

In molti si interrogano se quella di domenica 26 gennaio sia stata una flebile vittoria per il Partito democratico o una vincente sconfitta della Lega. Il margine che ha separato Stefano Bonaccini da Lucia Borgonzoni è stato minimo, tanto da generare le più disparate analisi sulle regionali in Emilia-Romagna. Tra queste c'è anche quella di Alessandra Ghisleri che, in collegamento all'Aria Che Tira, è stata definitiva su quanto accaduto nel giorno più complesso per il governo: "C'è un elettorato nuovo chiamato dal movimento delle Sardine. Questo ha sicuramente giovato il Pd e lo possiamo notare dall'affluenza in netto rialzo al 2014" spiega la direttrice di Euromedia Research.  Leggi anche: Salvini, Manlio Di Stefano: "Voto pure il Brucaliffo pur di far perdere quel caz***" La Ghisleri, però, conferma quanto detto fino al giorno prima del voto: Matteo Salvini ha oscurato la sua candidata, "al punto - prosegue nel salotto di Myrta Merlino - di creare un vero e proprio referendum su di sé". Un po' come Matteo Renzi ai tempi che furono, insomma. Eppure una vittoria locale per la sondaggista non è assimilabile a una nazionale. "Non tutti i Cinque Stelle hanno votato per Bonaccini, molti si sono rifiutati di presentarsi alle urne". D'altronde la delusione per un'alleanza, quella dem-grillini, è tanta e a maggior ragione in questi giorni concitati, dove una semplice riforma della giustizia potrebbe far cadere tutto. 

Dai blog