Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Durigon contro Fratoianni, lite sulle Ong a Tagadà: "Dichiarazione di guerra", "Morti dimezzati"

  • a
  • a
  • a

Dopo quattro giorni di attesa al largo delle coste italiane, più di 400 migranti della Ong Ocean Viking sono sbarcati nel porto di Taranto. Dalla Lega l'approccio del governo è stato equiparato a quello per cui Matteo Salvini ha subito il linciaggio della sinistra e la richiesta di autorizzazione a procedere da parte dei giudici. A Tagadà (La7) va in scena uno scontro furioso tra due sostenitori di linee diametralmente opposte sul tema immigrazione. Leggi anche: Matteo Salvini sulla Ocean Viking: "Denuncio anche io il governo per sequestro di persona" Si tratta del deputato di sinistra italiana, Nicola Fratoianni, e del collega leghista Claudio Durigon. Fratoianni, commentando l'episodio, osserva: "Tra aspettare due o tre giorni, arrivare in un porto sicuro, trovare accoglienza e nessuno che minaccia di arrestarti e ti chiama criminale c'è una bella differenza". E poi continua, puntando il dito contro la Lega: "Avete scatenato una guerra contro le Ong, criminalizzandole". Durigon non ci sta, taccia Fratoianni di demagogia e rivendica la diminuzione delle morti in mare nei mesi in cui Salvini era ministro dell'interno.

Dai blog