Cerca

Il retroscena

Gregoretti, Il pm potrebbe chiedere di assolvere Salvini. La Procura aveva già negato l'esistenza del reato

13 Febbraio 2020

3
 Gregoretti, Il pm potrebbe chiedere di assolvere Salvini.  La Procura aveva già negato l'esistenza del reato

I paradossi per Matteo Salvini nel caso Gregoretti non si sono esauriti al Senato, ma sono destinati a proseguire nel palazzo di giustizia di Catania. È lì che adesso torneranno gli atti del procedimento, e la Procura (dopo un nuovo rimbalzo di carte con il Tribunale dei ministri) dovrà chiedere la fissazione di un' udienza preliminare. Lo scrive il Corriere della sera in edicola giovedì 13 febbraio. La Procura chiederà a un gup la fissazione dell' udienza preliminare. E qui si assisterà a un' altra stranezza di questa vicenda. Solitamente, anche nei casi di «imputazione coatta» imposta da un gip al quale il pm aveva chiesto l' archiviziazione di un caso, la Procura formula l' accusa e conclude chiedendo al gup il rinvio a giudizio. Stavolta di scontato c' è solo la prima parte, e cioè la richiesta di fissazione dell' udienza preliminare con il capo d' imputazione contro l' ex ministro dell' Interno: sequestro di persona aggravato di 131 migranti commesso a Catania e Augusta, tra il 27 e il 31 agosto 2019.

Per approfondire leggi anche: Salvini, manifesto choc del Pd del Lazio


Un atto dovuto. Il resto è incerto, perché già all' esito dell' indagine svolta dal Tribunale dei ministri, gli stessi pubblici ministeri (il procuratore Zuccaro e il sostituto Andrea Bonomo, che in questo caso ha sottoscritto gli atti) avevano sostenuto il contrario: per loro non ci fu alcun sequestro. Il fatto non costituisce reato, scrissero nella richiesta di archiviazione, perché lasciare i migranti a bordo per tre giorni (al quarto fu decisa l' autorizzazione allo sbarco, sebbene formalizzata solo l' indomani), assistiti per ogni necessità, al fine di stabilire dove dovessero essere collocati una volta scesi dalla nave, non è un periodo di privazione della libertà «apprezzabile» per essere considerato un sequestro. I pm potrebbero insistere su questa posizione e proporre il proscioglimento dell' imputato Salvini, oppure il rinvio a giudizio se dovessero mutare orientamento al termine dell' udienza preliminare. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcadabollo

    14 Febbraio 2020 - 09:38

    i magistrati stiano attenti a quel che fanno, andare contro la volontá della gente, tanta gente, non é come prendersela solo con 1. si giocheranno le teste, non siete intoccabili.

    Report

    Rispondi

  • aldoinvolo

    14 Febbraio 2020 - 09:15

    Dipende molto da quanto sta antipatico o simpatico al giudicante. La legge è uguale x tutti... Siamo sicuri?

    Report

    Rispondi

  • David58

    14 Febbraio 2020 - 09:07

    li ha incatenati da qualche parte? non mi sembra, erano liberi di andare dove volevano, in germania, in spagna,, ... ma non vogliono venire in Italia ... la tratta è più breve, spendono meno di meno n gasolio e si guadagna di più ... perchè ho il fortissimo sospetto le ONG prendono la "mancia" dai libici ... non vedono l'ora di sbarcarli per ripartire ... i soldi altrimenti da dove vengono

    Report

    Rispondi

"Se ne deve andare". La meloniana in aula con mascherina, insultata  "Vengo da Milano, e..." 

Coronavirus, controlli a Casalpusterlengo: ritardi nei treni a Milano
Coronavirus, Beppe Sala: "Rispettate le regole e niente corse ai supermercati per accaparrarsi cibo"
Coronavirus, Franco Bechis contro Giuseppe Conte & Co: "Cosa diceva il premier, chi sono i veri sciacalli"

media