Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Danilo Toninelli insulta Matteo Salvini: "Squallido e volgare". La fulminante replica del leghista

  • a
  • a
  • a

“Oggi mi chiedo come abbiamo potuto allearci con un personaggio squallido e volgare come Matteo Salvini”. Danilo Toninelli è scatenato sulla questione del ponte di Genova, che tornerà per il momento nelle mani di Autostrade per l’Italia in attesa che il governo presieduto da Giuseppe Conte decida il da farsi sulla revoca. L’ex ministro è così accecato dall’odio per il segretario della Lega che finisce per dire una castroneria: “Più Salvini mi attaccava sulle infrastrutture più era chiaro che stava difendendo potentati come i Benetton”. Insomma, come alla vigilia pur di dribblare gli imbarazzi per la vicenda-concessioni insulta il leader del Carroccio.

Immediata la replica del leghista per mettere a tacere i deliri di Toninelli: “È falso quello che dice. Io non mi sono mai opposto, ho sempre detto che se ci sono gli estremi si revoca, se non ci sono si proroga. Sono loro che da due anni non decidono cosa fare”. Salvini ha centrato perfettamente il punto, non a caso il premier Conte è apparso molto turbato per questo dossier che spera di chiudere al più presto, dato che sta intaccando negativamente la sua immagine pubblica. Tra l’altro Toninelli se l’è presa pure con la ministra De Micheli: “Se fossi ancora al Mit quelli di Aspi non l’avrebbero visto neanche col binocolo il nuovo ponte di Genova, perché sarebbe già concluso l’ter di revoca". Certo, come no. 

 

Dai blog