Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beppe Sala travolto dalla polemica per la foto con il sindacalista ivoriano Soumahoro: "Milano affonda e lui pensa agli immigrati"

  • a
  • a
  • a

Il Pd sembra non avere ancora compreso le priorità del Paese. Il sindaco di Milano, Beppe Sala, ha sollevato l'indignazione di milanesi e non. Il motivo? Forse il tempismo o forse il menefreghismo. La vicenda è legata al messaggio su Instagram del primo cittadino impegnato a Roma. Nel post il dem annuncia di avere appena accompagnato il sindacalista ivoriano Aboubakar Soumahoro dal ministro dell'Interno Luciana Lamorgese. "Aboubakar si batte per i cosiddetti invisibili e io sono con lui, per quanto posso. L'emergenza sanitaria riguarda anche loro e bisogna agire con tempestività. Pensatela come volete, ma qui si parla di uomini e donne spesso abbandonati a se stessi", ha scritto.

 

Fin qui nulla di male se non fosse che il giorno prima Milano è stata vittima di un violento nubifragio. Inutile elencare i danni provocati dal maltempo. Danni che hanno mandato su tutte le furie i cittadini. E i commenti sotto alla foto di Sala lo dimostrano: "Adesso vada a farsi un giro pure in zona Seveso, molto più importante la gente che si ritrova con l'acqua in casa", commenta un utente indignato. E ancora: "Anche noi per lei siamo invisibili". "È un bel gesto per carità - scrive un altro che chiede - Ma qual è il suo titolo per farlo? Da sindaco oggi avrebbe fatto meglio ad andare nei quartieri perennemente allagati della città piuttosto che andare a Roma a parlare di problemi che non riguardano il suo lavoro oggi".

 

 

Ma le accuse non arrivano solo dai cittadini: "Milano affonda ma Sala va a Roma a difendere i diritti degli immigrati. Le nostre priorità sono molto diverse, al primo posto milanesi, decoro e sicurezza della città" tuona l'eurodeputato Fdi Carlo Fidanza. A fargli eco anche Daniela Santanchè. La senatrice di Fratelli d'Italia colpisce al centro del problema: "Il problema col Pd è che continua a 'rieducare' gli italiani, che non sono razzisti anche se loro li accusano di esserlo, anziché far il proprio lavoro. A Milano aggredite donne in pieno giorno e il Seveso esonda ma Sala fa lo spot politicamente corretto". Chiarissima.

 

Dai blog