Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giuseppe Conte, il retroscena di Augusto Minzolini: "Ora può sbancare il banco e arrivare al Quirinale"

  • a
  • a
  • a

Dopo le Regionali "Giuseppe Conte ha la possibilità addirittura di sbancare il banco". Parola di Augusto Minzolini che non può fare a meno di notare come il "personaggio" sia parecchio ambizioso. Eppure, il parziale via libera al governo dopo il voto del 20 e del 21 settembre, non risparmia il premier da eventuali rischi. "Nel contempo, nel lungo andare - mette le mani avanti il retroscenista del Giornale -, Conte potrebbe pure rischiare di perdere tutto".

 

 

Una cosa però è certa per Minzolini: se al presidente del Consiglio "si presentasse in futuro l'occasione per insediarsi al Colle, il fortunato Gastone della politica italiana non esiterebbe un istante a coglierla". D'altronde Conte non manca di "spregiudicatezza". La stessa che lo ha portato alla guida di un esecutivo gialloverde prima e a uno giallorosso poi. Non solo, non è passato inosservato che, in un solo intervento, "Conte si è sbarazzato di un competitor per Palazzo Chigi come Mario Draghi ("è stanco") e non ha avuto problemi ad esprimere il suo "endorsement" per un secondo mandato a Mattarella". Al Quirinale, spiega il retroscenista, hanno considerato quell'uscita un tentativo goffo, e interessato, di tirare via dal tavolo quell'ipotesi. E così per molti come Gianfranco Rotondi, se Conte dà di più "riesce anche ad arrivare al Quirinale".

Dai blog