Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dpcm, Giuseppe Conte e le mascherine in casa: "Forte raccomandazione con persone non conviventi"

  • a
  • a
  • a

Il nuovo Dpcm è praticamente pronto. Il premier Giuseppe Conte lo ha sottoposto all’ultimo passaggio della riunione in videoconferenza con Regioni e Comuni. Saranno sostanzialmente tre i punti cardine attorno ai quali ruoteranno le restrizioni previste per contrastare la risalita imponente della curva di contagi da coronavirus. Le mascherine saranno raccomandate anche in casa per le visite di non conviventi, mentre per quanto riguarda gli sport amatoriali di contatto è confermato lo stop di calcetto, pallacanestro e pallavolo ma con una deroga per i campionati dilettantistici: le società che sono in grado di adottare i protocolli per limitare la trasmissione del virus potranno svolgere attività regolarmente.

Per quanto riguarda la scuola, il governo ha deciso di porre un freno alle gite scolastiche, alle attività didattiche fuori sede ed ai gemellaggi: tutte iniziative superflue in tempi di coronavirus e soprattutto ad alto rischio di contagio. Ovviamente la novità che tocca più da vicino gli italiani è quella delle mascherine da indossare anche in casa: non si tratta di un obbligo ma di una “forte raccomandazione”, come l’ha definita lo stesso Conte, ad indossare una protezione all’interno delle abitazioni in presenza di persone non conviventi. “Non riteniamo di introdurre una norma vincolante - ha spiegato il premier nell’incontro con Regioni e Comuni - ma vogliamo dare il messaggio che se si ricevono persone non conviventi anche in casa bisogna usare la mascherina”. 

 

 

Dai blog