Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Jole Santelli, Giorgia Meloni sconvolta "Nemmeno davanti la tragica morte di una donna". L'odio degli "omuncoli": la insultano

  • a
  • a
  • a

Oggi la ricordano tutti commossi, ma Jole Santelli fino a qualche settimana fa veniva puntualmente insultata da alcuni commentatori, e il sospetto è che questo accadeva in quanto rappresentante del centrodestra. All'inizio dell'estate, la governatrice della Calabria scomparsa ieri a 51 anni aveva lottato contro il governo Conte per riaprire in anticipo le spiagge della regione e dare un po' di ossigeno agli operatori del turismo, uno dei settori cruciali dell'economia calabrese. "Vittoria di Pirla", titolava il Fatto quotidiano, con Marco Travaglio che la biasimava: "Con la mia ordinanza ho aperto il dibattito? Le caz***e sono solo sue e se ne vanta". E anche Selvaggia Lucarelli, ricorda il Giornale, la sfotteva: "Questa ha sniffato il reagente per i tamponi". Ma anche nelle ore del lutto, da sinistra arrivano commenti al limite del riferibile: "Se lo merita...". O ancora peggio: "Ma scusate, era malata da tempo e si era candidata a presidente di Regione? Bel senso civico...". "Nemmeno davanti la tragica morte di una donna si ferma l'odio di certi omuncoli. Sono sconvolta", è stata la reazione di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia.

 

 

Dai blog